Alcuni ragazzi si imbattono in un antico osso di elefante, scoprendo così uno straordinario segreto

In Germania, due ragazzi in età scolare hanno fatto una rara scoperta di ossa di elefante preistorico sottoterra. Queste ossa, risalenti a circa 10 milioni di anni fa, appartengono all'elefante Deinotherium dalle lunghe zanne, un lontano parente degli elefanti moderni. Le ossa sono state ritrovate l'anno scorso ma sono state presentate al pubblico in un museo a Taufkirchen, a nord-est di Monaco. Il museo ospita una collezione di manufatti di epoca preistorica.

I ricercatori confermano che le ossa trovate appartenevano all'elefante Deinotherium, che si estinse ed era diverso dagli elefanti moderni. Si dice che le persone a cui appartenevano le ossa vivessero in Germania, fuori Monaco. I ragazzi, di età compresa tra 10 e 9 anni, hanno scoperto per la prima volta un osso quasi schiacciato durante lo scavo. Nonostante la caduta di un masso per poco, l'osso è sopravvissuto intatto all'impatto, con grande sorpresa di tutti.

Ulteriori scavi furono effettuati nell'area vicino al villaggio bavarese di Weipersdorf dove fu fatta la prima scoperta. Sono state trovate un totale di 120 ossa, alcune delle quali gravemente danneggiate e fragili. Il Deinotherium esisteva nel periodo Miocenico in Europa, Africa e Asia, con gli esemplari più grandi che pesavano 12 tonnellate e erano alti fino a quattro metri. Le lunghe zanne e i denti dell'animale adattati al cibo della foresta lo distinguono dagli elefanti moderni.

A differenza degli elefanti e dei mammut moderni, il Deinotherium non si è adattato ai cambiamenti del clima e della vegetazione durante le ere glaciali, portandolo all'estinzione senza lasciare discendenti. La scoperta di queste antiche ossa fa luce sulla storia e sull'evoluzione degli elefanti e di altre creature preistoriche.

Lascia un commento