Sono passati cinque mesi dall’omicidio della bambina di dieci anni Lena nell’orfanotrofio di Wunsiedel in Baviera. La Procura dello Stato ha sporto denuncia per stupro contro un uomo di 25 anni. Tuttavia, secondo quanto riportato dai media tedeschi, il 25enne non è responsabile della morte della ragazza.

Secondo le indagini, il responsabile della morte della ragazza è un ragazzino di 11 anni, non ancora accusato penalmente. Questi accertamenti sono stati confermati dalla procura e dalla polizia, come riportato dalla rivista Fenix.

Dopo un’indagine approfondita, si sospetta che l’uomo di 25 anni abbia aggredito sessualmente la bambina di 10 anni Lena. L’anno scorso il sospettato aveva commesso almeno cinque furti con scasso nei container dei cantieri, vendendo gli oggetti rubati. Durante un tentativo di furto, nella notte del 4 aprile 2023, entrò nella Casa dei Bambini e dei Giovani attraverso la finestra aperta del bagno dove incontrò per errore un ragazzino di 11 anni e successivamente una ragazza residente nella struttura.

Successivamente, secondo quanto riferito dalla polizia, il 25enne avrebbe abusato sessualmente di Lena. Il cittadino tedesco ha poi lasciato la struttura. “Non ci sono prove che colleghino l’imputato all’omicidio della ragazza”, hanno dichiarato la polizia e il pubblico ministero.

L’indagine ha confermato i sospetti secondo cui il ragazzo di 11 anni ha ucciso la ragazza dopo che il 25enne era uscito di casa, secondo la rivista Fenix. Si presume che ci sia stato un litigio tra i bambini.

Poiché il ragazzo non è penalmente responsabile, non può essere perseguito per il reato commesso. Secondo i media tedeschi, l’undicenne è stato arrestato dalle autorità. L’uomo era stato arrestato a fine aprile a causa delle prove rinvenute sulla scena del crimine. Ha confessato una parte significativa dei crimini di cui è accusato.

Lascia un commento