Il governo ha presentato al Parlamento nove emendamenti legislativi con modifiche minime, che consentiranno aumenti salariali a partire dal nuovo anno. Ma non hanno nemmeno indicato di quanto aumenteranno i salari. Questo perché manca un fattore importante: quanto le città e i governi locali aumenteranno per compensare l’abrogazione delle soprattasse, e se aumenteranno le tasse in primo luogo.

Finora solo Zagabria ha annunciato che introdurrà un’aliquota fiscale massima che compenserà completamente la perdita della sovrattassa del 18%. Di conseguenza, i salari degli abitanti di Zagabria dovrebbero aumentare leggermente.

Ma se venissero abolite sia l’abolizione delle soprattasse che la loro sostituzione con le tasse, i salari dovrebbero aumentare almeno un po’ per altri motivi.
Per coloro che percepiscono un salario minimo fino a 700 euro, il governo introdurrà una riduzione di 300 euro e pagherà parte del contributo pensionistico. Se il tuo stipendio aumenta fino a un totale di 1.300 €, i tuoi benefici saranno ridotti. Per una persona sola con uno stipendio totale di 700 euro in un luogo senza tasse aggiuntive, lo stipendio dovrebbe essere aumentato di 42 euro. In precedenza era stato annunciato che la stessa persona single con un reddito lordo di 1.290 euro avrebbe avuto un aumento di stipendio di 6,50 euro.

Il governo ha anche aumentato il salario esentasse a 560 euro e ha aumentato gli assegni familiari. E questo dovrebbe portare ad un piccolo aumento dei salari. Inoltre, prima chi aveva uno stipendio superiore a 3.981 euro pagava più tasse, ora il limite è stato alzato a 4.200 euro al mese.

Non sapremo fino alla fine di quest’anno o all’inizio del prossimo anno come tutti questi fattori, combinati con le tasse che le città e i governi locali devono ancora emanare, influenzeranno la retribuzione personale di tutti.

Tuttavia, coloro che affittano immobili a lungo termine o guadagnano redditi da azioni, interessi, vendita di azioni o altre forme di capitale, pagheranno leggermente più tasse. In precedenza, questa tassa era del 10% più commissioni aggiuntive a seconda di ciascuna città e comune. Secondo il nuovo piano, la percentuale sarà del 12% per la Croazia nel suo insieme. Finora a Zagabria per ogni 100 euro di tale reddito sono stati pagati 10 euro di tasse e 1,8 euro di soprattassa, quindi 11,8 euro. Adesso pagherai 12 euro, ma ora pagherai 12 euro di tasse, anche nelle città dove prima pagavi 10 euro senza, ad esempio, spese aggiuntive.

Se la sovrattassa venisse eliminata, coloro che guadagnano dalla proprietà e dal capitale si troverebbero in una posizione privilegiata. Il ministro delle Finanze Marco Primorac ha spiegato che non era questo lo scopo della modifica fiscale ed è per questo che le aliquote sono state aumentate.

Queste aliquote fiscali non si applicano agli affitti a breve termine di appartamenti o condomini ai turisti. Hanno un sistema fiscale speciale e più basso. Si paga tra i 20 e i 200 euro per posto letto all’anno, a seconda di come decide la città o il comune. Solo Zagabria, Dubrovnik e Spalato fanno pagare fino a 200€ per letto all’anno per i vecchi nuclei. La maggior parte delle città adriatiche continuano a fissare questa tassa a 30-50 euro all’anno.

– Spetta agli enti locali decidere. Puoi vedere che le tasse sono in costante aumento. Forniamo loro una vasta gamma di opzioni e strumenti in modo che possano decidere quale aliquota fiscale applicare e quale tariffa fissa fissare per gli affitti turistici, ha affermato Primorak.

Lascia un commento