La visita a sorpresa del segretario di Stato americano Anthony Blinken è la quarta dall’inizio dell’invasione russa nel febbraio 2022. Il capo degli affari esteri degli Stati Uniti si è recato in Ucraina mercoledì e, secondo quanto riferito, ha avuto una serie di colloqui di due giorni con funzionari governativi. Washington Post. Per la prima volta deve passare la notte in campagna.

Blinken ha anche incontrato il primo ministro danese Mette Frederiksen, che questa mattina si è rivolto al parlamento ucraino mentre viaggiava in treno. L’americano ha ringraziato la “leadership danese” per la decisione di Copenaghen di fornire caccia F-16 all’Ucraina, annunciata due settimane fa insieme ai Paesi Bassi.

A Kiev, in mattinata si è recato al cimitero per deporre corone di fiori in memoria dei soldati ucraini uccisi in prima linea.

In un incontro con il presidente ucraino Dmytro Kureva, prima di annunciare i risultati dell’attacco, ha riaffermato la determinazione degli Stati Uniti ad aiutare Kiev a liberare i territori occupati. “Vogliamo che l’Ucraina abbia ciò di cui ha bisogno a lungo termine e un forte deterrente”, ha affermato. Un alto funzionario del Dipartimento di Stato ha detto che annuncerà “più di 1 miliardo di dollari in nuovi finanziamenti statunitensi per l’Ucraina”, ovvero circa 930 milioni di euro.

Il Cremlino ha risposto accusando gli Stati Uniti di “mettere in guerra l’Ucraina” e assicurando che gli aiuti americani non possono “influenzare l’esito di operazioni militari speciali”. Questo è l’eufemismo imposto alla Russia per provocare questa aggressione.

Il signor Blinken ha anche incontrato il primo ministro ucraino Denis Shmykhal. X ha affermato di aver discusso di “cooperazione a sostegno del futuro democratico e prospero dell’Ucraina”. Schmihal ha affermato che i colloqui si sono concentrati sulla protezione delle infrastrutture energetiche. Ha anche elogiato il sostegno militare degli Stati Uniti.

Ha anche spiegato sui social media che l’ambasciata americana in Ucraina “sta lavorando con i nostri partner ucraini”.

Nel tardo pomeriggio, Antony Brinken ha incontrato Volodymyr Zelenskyj per discutere dei contrattacchi e della futura ricostruzione di un Paese che, già prima dell’invasione, era uno dei più poveri d’Europa. Il segretario di Stato americano ha assicurato al presidente ucraino che gli Stati Uniti si impegnano a continuare a fornire assistenza all’Ucraina.

Lascia un commento