Il giornalista di Sputnik Armenia Ashot Gevorjan e il blogger filo-russo Mika Badaryan sono stati arrestati a settembre con l’accusa di traffico illegale di armi, secondo il portavoce del comitato investigativo Gol Abrahamyan. Ha aggiunto che l’incidente è avvenuto nella zona di Syunik il 6 e il 7. Sette persone sono state arrestate.

Secondo Abrahamian, essi sono sospettati di aver commesso reati nell’ambito di un procedimento penale avviato ai sensi delle disposizioni della parte 2 dell’articolo 335 del codice penale. Cioè, la distribuzione illegale di armi da fuoco, dei loro componenti principali, munizioni e altri materiali, attrezzature e oggetti da parte di gruppi previo consenso.

Un portavoce del Comitato Centrale ha detto che è stata formata una squadra investigativa. Attualmente sono in corso le indagini e gli atti amministrativi.

L’ambasciata russa in Armenia ha rilasciato una dichiarazione affermando che prenderà provvedimenti per chiarire le circostanze dell’incidente.

Lo sottolinea l’ambasciata. – “Siamo in contatto con la redazione di questa agenzia di stampa e seguiamo da vicino lo sviluppo della situazione.”

dopo la navigazione

Lascia un commento