La ricerca mostra che fattori come l’obesità e il consumo di alcol stanno contribuendo all’allarmante aumento del cancro tra i giovani in tutto il mondo.

Gli scienziati stimano che tra il 1990 e il 2019 si sia verificato un aumento del 79% di nuovi casi di cancro nelle persone di età inferiore ai 50 anni.

Un team dell’Università di Edimburgo e della Scuola di Medicina dell’Università di Zhejiang in Cina ha analizzato i dati del Global Burden of Disease Survey del 2019 su 29 tipi di cancro in 204 paesi e regioni.

Hanno analizzato il numero di nuove infezioni, decessi, esiti sanitari e fattori di rischio tra le persone di età compresa tra 14 e 49 anni e hanno calcolato l’incidenza annuale per ciascun anno.

Nel 2019, a 3,26 milioni di persone di età inferiore ai 50 anni è stato diagnosticato un nuovo cancro, un aumento del 79,1% rispetto al 1990. Anche la mortalità è aumentata del 27,7%.

La scienza afferma che i “principali fattori di rischio del cancro”, probabilmente legati alla genetica, sono il fumo, il consumo di alcol, una dieta ricca di carne e sale e povera di frutta e latte, oltre al sovrappeso, ad una scarsa attività fisica e ad alti livelli di zucchero nel sangue. . avvisare.

Il cancro al seno ha il tasso più alto, 13,7 ogni 100.000 abitanti, mentre i casi di cancro alla trachea e alla prostata stanno aumentando maggiormente, rispettivamente al 2,28% e al 2,23% all’anno.

Tuttavia, l’incidenza del cancro al fegato nelle persone di età inferiore ai 50 anni è diminuita del 2,88% ogni anno. Nord America, Australia ed Europa occidentale hanno registrato i più alti tassi di cancro tra le persone sotto i 50 anni.

L’autore dello studio, il dottor Shwe Lee del Center for Global Health presso l’Usher Institute dell’Università di Edimburgo, ha affermato che mentre il cancro tra i giovani sotto i 50 anni nel Regno Unito ha avuto una “tendenza in aumento” tra il 1990 e il 2010, “i tassi di incidenza complessivi si sono stabilizzati. ,” Egli ha detto. Dal 2010 al 2019.

“Per fortuna, il tasso annuale di mortalità per cancro per questa fascia di età nel Regno Unito è in costante calo e questo testimonia gli sforzi eccezionali nello screening e nel trattamento del cancro negli ultimi 30 anni”, ha aggiunto.

Lo studio, pubblicato sulla rivista BMJ Oncology, arriva dopo che l’organizzazione benefica Cancer Research UK ha affermato che i progressi nella cura del cancro nel Regno Unito hanno salvato 1,2 milioni di vite dalla metà degli anni ’80.

Lascia un commento