Nel corso della riunione ordinaria di oggi del consiglio comunale di Adrianopoli è stato deciso un aumento del 40% delle tariffe dei trasporti pubblici.

I presidenti della Camera di Commercio hanno partecipato ad una riunione del Consiglio municipale di Edirne e hanno sollevato la questione dei commercianti. Hakan Giik, presidente dell’Autorità dei trasporti pubblici di Edirne (ETUS), ha dichiarato: “Sappiate che se le richieste di aumenti salariali non verranno soddisfatte, ciò accadrà di nuovo. Chiudere i contatti non è adatto a noi. Questa è la nostra professione, questo è il nostro lavoro, ma non potremo spostare il mezzo”.

Nella riunione ordinaria di oggi del consiglio comunale di Edirne, è stato deciso di aumentare la domanda di minibus, taxi e servizi tariffari in città e di aumentare il sostegno al reddito per l’ETUS. Con decisione del consiglio comunale di Edirne, i prezzi di trasporto delle targhe T, M e S sono aumentati del 40%.

In base a questo, le tariffe dei trasporti pubblici ETUS sono aumentate da £ 11 a 90 centesimi per gli studenti e da £ 16 a 80 centesimi per i privati. Il sussidio al reddito per ETUS nella città di Edirne è stato fissato a 8.100 per veicolo. L’aumento del prezzo del 40% ha aumentato i costi di gestione dei taxi a £ 28 e la tariffa hop-on hop-off a £ 60.

“Andremo tutti dal proprietario del negozio e diremo ‘Votaci’.”

Il sindaco di Edirne, Recep Gurkan, ha dichiarato in un incontro a cui hanno partecipato i leader di entrambe le camere del parlamento: “Noi non facciamo politica qui. Non saremo disturbati dai commercianti qui. Tra sei o sette mesi avremo le elezioni. Andremo tutti da questi negozianti e diremo “votate per noi”. non puoi dirlo; Si dice. La legge ci dà il potere di aumentare le tariffe di questi commercianti, quindi il futuro di questi commercianti parlerà dei loro problemi. “

“Grazie per aver lavorato”

Hakan Giik, capo del sistema di trasporto pubblico di Edirne (ETUS), ha dichiarato:

“Vogliamo che sappiate che se le nostre richieste di aumento non verranno soddisfatte, saremo di nuovo gli stessi. Il contatto ravvicinato non è adatto a noi. Questa è la nostra professione.” L’altro giorno, un rappresentante di un partito politico mi ha chiamato e mi ha detto: “Perché fai questo quando stai facendo N. 7 da 20 a 25 minuti?” lui aveva. Mi scusi, ho detto “Sono contento di aver lavorato”. Attualmente stiamo chiudendo la giornata con una perdita di 2.500-3.000 TL al giorno. Non puoi continuare la tua attività dal giorno in cui hai chiuso in perdita. “

“Durante la pandemia non abbiamo mai lavorato.”

Presidente della Camera degli artigiani degli operatori dei servizi automobilistici di Edirne Gokusel Chakman “Siamo uno degli artigiani più colpiti dalla pandemia. Abbiamo interrotto il contatto diretto e non abbiamo svolto alcun lavoro. Quello che è salito dopo è stato l’attuale aumento dei prezzi, questo è ciò che hanno in comune…”

“Ho iniziato a perdere quando ci ho provato”

Ali Shahin, presidente della Camera dei conducenti e dei professionisti automobilistici di Edirne, ha dichiarato:

“Di notte in molti parcheggi non ci sono taxi. Da dove; Un altro uomo costa a un altro uomo. Non esiste un tale guadagno. Abbiamo lavorato duro e guadagnato molto. Ho provato duramente e ho iniziato a perdere. Sto pensando di acquistare pneumatici ma non posso. È difficile per questi rivenditori pagare gli stipendi e l’assicurazione dei propri dipendenti, quindi per favore aiutateci. Siamo Adrianopoli. Vogliamo fornire buoni servizi alle persone”.

“Saranno giustiziati presto.”

Ayhan Khan, presidente della Cooperativa di garanzia del credito della Camera di commercio e degli artigiani di Edirne, ha dichiarato: “Abbiamo più o meno 1.500 amici autisti che hanno prestiti a Edirne. Al momento non sono in grado di pagare i loro debiti. Presto verranno tutti giustiziati. Sono il loro stesso autista e ho un minibus. Lascia che il mio amico guadagni un po’ di soldi. Possa essere utile a tutti i marketer quando si tratta di acquistare. Dategli un mercato e una cartoleria. Lasciami andare.” Egli ha detto.

“Sono anch’io contrario ad un aumento, ma…”

Kemal Chingoz, presidente della Camera di commercio e industria di Edirne (EDESOB), ha dichiarato: “Anch’io sono contrario agli aumenti salariali, ma è anche così. Gli operatori di marketing non vogliono aumentare i prezzi da soli. Ciò significa che i nuovi clienti perdono ogni volta. I miei colleghi trader lo sanno bene”, ha detto.

“Siamo nella fase di consumo zero.”

Birol Floating Taxi Driver “Il carburante è la nostra spesa più grande. Poi ci sono pneumatici, assicurazione e tasse. Si basa sulla sterlina, che è una spesa spaventosa, ma non vogliamo compromettere minimamente la qualità del servizio: “Ad un certo punto diventa troppo”, dice. (Fenice)

Lascia un commento