Mercoledì sera, la sala d’aste gremita della tradizionale maison londinese Sotheby’s era più vivace del solito. Centinaia di persone in camicie da notte festive hanno applaudito al ritmo del classico dei Queen “We Will Rock You”.

In precedenza, in una maratona di quattro ore e mezza, 59 oggetti dell’eredità del cantante Freddie Mercury erano stati messi in vendita a prezzi superiori a 14 milioni di euro. Puoi anche fare offerte online su oltre 1.000 lotti fino a mercoledì prossimo.

L’app Tagesspiegel fornisce le ultime notizie, informazioni e analisi direttamente sul tuo smartphone. Anche giornali digitali. Scaricalo qui gratuitamente.

“Oggi è stato ‘Kind of Magic'”, ha detto entusiasta Franka Heiderer, membro del consiglio di Sotheby’s, riferendosi a una canzone dei Queen. Ma la prima serata dell’asta è stata dominata dalla hit mondiale dei Queen “Bohemian Rhapsody”.

Il pianoforte a coda Yamaha ottiene il prezzo più alto all’asta

Un singolo braccialetto serpente d’argento indossato da Mercury, morto nel 1991, in un video musicale ha rapidamente superato le aspettative, con offerte che arrivavano ogni secondo. Alla fine, il diamante valeva circa 813.000 euro (698.500 sterline), quasi 100 volte il suo prezzo stimato.

La bozza scritta a mano di “Bohemian Rhapsody” da Freddie Mercury è in mostra da Sotheby’s prima dell’asta immobiliare del leggendario frontman dei Queen Freddie Mercury. © dpa/PA Wire/Sony Music Publishing UK Ltd/Queen Music Ltd/Yui Mok

Un vecchio pezzo di carta con appunti scritti a mano per “Bohemian Rhapsody” di Mercury è stato venduto per l’enorme cifra di 1,6 milioni di euro (1,38 milioni di sterline). Le bozze di altre canzoni come “We Are The Champions” e “Don’t Stop Me Now” hanno fruttato centinaia di migliaia di euro.

Il momento clou della serata è stato il pianoforte a coda su cui Mercury ha composto “Bohemian Rhapsody” e molti altri. Lo Yamaha G2 Baby Grand costa circa 2 milioni di euro (1,74 milioni di sterline).

Un dipendente di Sotheby’s davanti a un pianoforte a coda Yamaha G2 © dpa/PA Wire/Yui Mok

Ogni volta che il martello cadeva, la casa d’aste scoppiava in un applauso euforico. Il banditore e presidente di Sotheby’s, Oliver Barker, è sempre stato irremovibile nell’incoraggiare gli offerenti, quindi ero molto emozionato.

“Stasera c’è la Freddiemania London,” ha detto Barker. “E anche il mondo.” Offerenti provenienti da 61 paesi registrati. Hanno partecipato online circa 2.000 persone.

140.000

Le persone guardavano le proprietà prima dell’asta.

I circa 1.400 oggetti messi all’asta fino a mercoledì provengono dalla casa privata di Freddie Mercury, Garden Lodge, nella zona ovest di Londra. Il cantante si è confidato con la sua fidanzata di lunga data Mary Austin, 72 anni, ma ora è divorziato da quasi tutto.

Parte del ricavato andrà in beneficenza tra cui il Mercury Phoenix Trust. Austin scrive dell’asta nella prefazione al libro che era interamente nello spirito di Mercury, che lui stesso acquistava regolarmente da Sotheby’s.

Critica all’asta

Tuttavia non tutti sono entusiasti. Il chitarrista dei Queen Brian May ha detto su Instagram poco prima dell’asta: Il fatto che “gli effetti personali e gli scritti più intimi di Freddie Mercury” siano nel martello e “sparsi per sempre” preoccupa il 76enne. May ha scritto: “Non riesco a vederlo”. “È molto triste per noi, per i suoi amici più stretti e per la sua famiglia.”

Tuttavia, per molti fan è stato molto interessante dare uno sguardo alla vita personale dell’idolo. Sotheby’s aveva già presentato l’intero sito in una mostra.

140.000 persone vennero a vedere l’impressionante collezione di belle arti, stoviglie, mobili pregiati, costumi e ogni sorta di oggetti costosi. “Il nostro obiettivo era mostrare la vita di Freddie, la sua vita privata e quella pubblica”, ha detto la regista Franca Heiderer.

Leggi anche:

“Non possiamo permettercelo” Kretschmann critica le troppe persone sane e ad alto reddito che vanno in pensione a 63 anni Riunione speciale sull’incidente dell’opuscolo Ivangel contesta le domande del Partito Nazionale

D’ora in poi tutti avranno l’opportunità di “acquistare il lavoro di Freddy”, ha detto Heiderer. Un uomo d’affari brasiliano fan dei Queen ha acquistato la corona e il mantello indossati da Mercury durante il Magic Tour e il concerto finale dei Queen a Knebworth nel 1986 per circa 740.000 euro (635.000 sterline).

“Alcuni dicono che Freddy è britannico, ma penso che sia un malinteso”, ha detto il nuovo proprietario. “Appartiene al mondo intero.”

Lascia un commento