Come tutti sappiamo, Kim Jong Un evita di volare e viaggia sempre all’estero su esclusivi treni di lusso, cosa comunque rara. Quindi, per non gravare il dittatore nordcoreano, tradizionalmente riservato, con un viaggio inutilmente difficile, il presidente Vladimir Putin è venuto a trovarlo. Secondo le informazioni del governo americano, un incontro è stato organizzato a Vladivostok, sulla costa del Pacifico, vicino al Forum economico internazionale.

Armi per la guerra di trincea

C’è una buona ragione per cui il presidente russo intrattiene letteralmente gli ospiti. Si dice che Kim abbia generosamente promesso armi ai russi intrappolati e che perdono denaro nella guerra di trincea in Ucraina.

Militarmente, la Corea del Nord ha in realtà molti vantaggi. Completamente isolata dal punto di vista della politica estera, la dittatura dispone del quarto esercito più grande del mondo, con circa 1,4 milioni di soldati. E sebbene la maggior parte di queste armi non siano attrezzature all’avanguardia, potrebbero essere utili ai russi in questo momento. Mesi di battaglie di artiglieria nell’Ucraina orientale e sud-orientale minacciano di svuotare prima o poi anche il massiccio arsenale russo.

migliaia di lanciamissili

La Corea del Nord ne ha molti. Gli esperti militari occidentali stimano che esistano solo 5.500 lanciarazzi, sistemi di artiglieria che possono essere utilizzati per combattere le forze nemiche a distanza. Per decenni, la Corea del Nord ha costruito da sola queste armi e i relativi missili, sulla base di modelli sovietici. L’arsenale è altrettanto grande e corrisponde esattamente al modello contro cui combatte anche l’esercito russo.

cibo e materie prime

Offriamo anche conchiglie di nostra produzione. Un anno fa i servizi segreti occidentali riferirono che Mosca aveva almeno tentato di ottenere il passaggio di consegne. Nei colloqui programmati entrambe le parti vogliono chiaramente formalizzare questi trasferimenti.

In cambio, la Russia sarà in grado di fornire cibo e materie prime necessarie alla Corea del Nord. Il paese soffre di carenze energetiche croniche e potrebbe attingere urgentemente al petrolio e al gas naturale russi. Secondo le scarse informazioni trapelate dal paese isolato, quest’anno il popolo della Corea del Nord è stato colpito da un’altra devastante carestia.

Parata intercontinentale dei missili balistici della Corea del Nord

8000 km

Il dittatore Kim Jong Un non ha rinunciato alle sue ambizioni militari di diventare una grande potenza. Circa un quarto del budget annuale viene investito in attrezzature. Oltre alle armi convenzionali, l’attenzione principale è rivolta alle testate nucleari e ai relativi missili che ora possono essere lanciati fino a 8.000 chilometri. Sebbene lavori sulle armi nucleari dagli anni ’90, attualmente possiede circa 45 testate nucleari.

Lascia un commento