Il bilancio delle vittime delle tempeste nel sud del Brasile è salito a 36 mentre una tempesta tropicale si abbatte sulla regione, allagando fiumi e case, hanno detto mercoledì funzionari locali.

Dominguez Fontana, un operaio di segheria di 74 anni scampato all’alluvione di Muqam, ha detto che nulla è stato salvato. “Ho corso lungo l’autostrada quando è arrivata l’acqua”, ha spiegato. “Devi andartene. Se rimani lì, morirai.”

La pioggia ha smesso martedì, ma il meteorologo Climatempo prevede più pioggia mercoledì e giovedì prima di fermarsi domenica. Il paese ha ancora allerte per inondazioni.

Le inondazioni del Rio Grande do Sul sono solo l’ultimo disastro naturale avvenuto in Brasile. Quest’anno più di 50 persone sono morte nello stato di San Paolo dopo che le forti piogge hanno provocato frane e inondazioni.

Disastri simili hanno colpito la città coloniale di Petropolis vicino a Rio de Janeiro e lo stato di Bahia, così come lo stato di Santa Catarina, che confina con lo stato di Rio Grande do Sul.

Il presidente Luis Inacio Lula da Silva ha detto di aver incontrato il governatore del Rio Grande do Sul Eduardo Leyte per offrire pieno sostegno federale.

Il primo ministro Lula ha inviato due ministri per supervisionare le operazioni di ricerca e salvataggio, mentre il vicepresidente Gerald Alcumin ha dichiarato di essere pronto a recarsi nel paese duramente colpito da circa 11 milioni di persone.

Lascia un commento