Se c’è una figura autoritaria nel calcio tedesco, probabilmente è il direttore giovanile dell’Hamburger SV Horst Hulbesch, 72 anni. Ha vissuto generazioni di calciatori, ma prima è diventato un temibile mostro in campo, vincendo la Coppa dei Campioni con l’HSV e l’Europeo con la DFB Elves. Successivamente, ha guidato la nazionale tedesca U21 alla vittoria del Campionato Europeo come allenatore, ma a quel tempo c’era una “generazione d’oro” come Manuel Neuer, Jerome Boateng, Mats Hummels, Sami Khedira e Mesut Ozil. Nel 2014 è stato campione del mondo in Brasile. Hulbesh si rammarica profondamente di tutto il resto. Perché la pensa: allora molte cose andavano meglio nel calcio giovanile tedesco rispetto a oggi.

dopo la navigazione

Lascia un commento