DNRC nel Montana che utilizza la tecnologia Drone e LiDAR per una migliore comprensione del flusso d'acqua

Mercoledì a Boulder Creek, il DNRC del Montana ha utilizzato la tecnologia dei droni e del Lidar per migliorare la propria comprensione del flusso d'acqua. David Saba, un idrologo del Dipartimento di risorse naturali e conservazione del Montana, ha spiegato che la tecnologia Lidar ha un vantaggio rispetto alla fotogrammetria perché può vedere attraverso la vegetazione, il che è importante quando si lavora intorno a corsi d'acqua con molti alberi e piante. Il team ha utilizzato un drone per catturare immagini di quasi 200 acri e un miglio di torrente, creando una mappa topografica utilizzando fotografie e tecnologia Lidar che fa rimbalzare raggi laser tra la terra e il drone per creare la mappa. Questa tecnologia li aiuta a rispondere meglio alle domande sul flusso d'acqua nell'area.

La DNRC ha utilizzato per la prima volta questa tecnologia dei droni Lidar nel settembre dell’anno precedente e i risultati sono stati così impressionanti che hanno deciso di continuare a utilizzarla per progetti futuri. Boulder Creek è solo uno dei tanti siti che l'equipaggio della DNRC intende mappare utilizzando questa tecnologia. Il sito dispone di una stazione di misurazione per misurare l’altezza dell’acqua che, combinata con i dati dei droni, fornisce informazioni aggiuntive per aiutare a gestire i diritti sull’acqua e creare politiche relative all’utilizzo dell’acqua. Saba ha sottolineato che comprendere la disponibilità idrica e prevederne la disponibilità futura è fondamentale per prendere decisioni informate sull’utilizzo dell’acqua nel Montana.

Sebbene gli attuali droni con tecnologia Lidar abbiano un costo proibitivo per misurare la profondità del fiume, la DNRC prevede di continuare a utilizzare apparecchiature di rilevamento GPS per questo scopo. L’uso della tecnologia Lidar e dei droni si è dimostrato altamente efficace nella mappatura delle risorse idriche, aggiungendo informazioni preziose alle misurazioni tradizionali e aprendo la strada a migliori pratiche di gestione delle risorse idriche nel Montana.

Lascia un commento