Arrestati due leader del principale partito di opposizione tunisino, Ennahda. Questo informerà il partito. Molti oppositori e critici del presidente Kais Saied sono imprigionati nel Paese.

Si tratta del leader ad interim di Ennahda, Mondher Ounissi, e del capo del Consiglio della Shura (l’organo supremo del partito), Abdel Karim Harouni.

L’arresto di Unisis arriva dopo la fuga di una registrazione in cui veniva ascoltato. In esso si dice che abbia discusso dei conflitti interni a Ennahda e dei finanziamenti esteri. Onesi nega di avere a che fare con la registrazione.

Negli ultimi mesi sono stati arrestati diversi membri di Ennahda, oltre ad attivisti e giudici. Sono accusati di corruzione e cospirazione contro la sicurezza dello Stato.

Quando l’attuale presidente Kais Saied ha organizzato un colpo di stato nel luglio 2021, il parlamento è stato sciolto, con Ennahda come partito più grande. Il potere degli islamisti, considerati moderati, è stato così notevolmente ridotto. Syed ha anche preso più potere attraverso un referendum costituzionale.

L’opposizione ritiene che le accuse contro i membri siano false e accusa Syed di presa di potere antidemocratica.

Lascia un commento