A Banja Luka ha parlato Ephraim Zuroff, storico di Gerusalemme e direttore del Centro Simon Wiesenthal. Prima del suo discorso ha commentato ai media diversi argomenti, tra cui quello di Alojij Stepinac.

– Non merita di essere santo, credimi. Non tutti coloro che sostengono l’NDH hanno il diritto di essere santificati. Ha chiesto al Papa di riconoscere uno Stato croato indipendente. Era il confessore di Ande Pavelic e nessun uomo che abbia fatto una cosa del genere merita di essere santo. Zhurov ha detto ai media che, sebbene fosse in prigione, non era questo il motivo per cui avrebbe dovuto essere in prigione.

– Spiega brevemente. Ante Pavelic ha commesso tre genocidi contro serbi, ebrei e rom. Il suo sacerdote era Alojie Stepinac, ma ovviamente una persona del genere non può essere considerata santa, ha aggiunto Zurov, riferisce Directno.

Zurov, tra l’altro, è famoso per aver affermato che a Srebrenica non c’è stato alcun genocidio perché i serbi hanno liberato donne e bambini, e nel 2018 ha affermato di sperare che l’euro e il mondo non permettessero alla Croazia di prendere d’assalto. Ta.

Lascia un commento