Poco dopo le 10 di venerdì, il valico di frontiera da Orasie a Čupanja è stato bloccato sul lato della Bosnia ed Erzegovina a causa delle proteste degli agricoltori e gli automobilisti sono stati reindirizzati verso altri valichi di frontiera, ha riferito l’Automoto Club BiH.

Dopo aver bloccato ieri la strada tra Orasie e Tuzla con trattori e macchine agricole, gli agricoltori fin dal mattino impediscono alle persone di attraversare il confine con la Croazia. Si stanno formando grandi folle su entrambi i lati e convogli di trattori e piccoli veicoli diretti verso altri valichi di frontiera.

Ieri i contadini hanno deciso di chiudere la frontiera dopo che le autorità federali della Bosnia ed Erzegovina non hanno risposto alle loro richieste. Chiedono al governo federale della Bosnia ed Erzegovina di pagare l’aiuto promesso di 300 euro per ettaro per il grano prodotto l’anno scorso e quest’anno, di pagare immediatamente gli incentivi scaduti e di tenere una riunione d’emergenza con il ministro federale competente. .

Perika Marošević, capo del sindacato dei contadini, ha annunciato che in giornata si terrà un incontro con Kemal Hurnic, ministro dell’Agricoltura della Federazione di Bosnia ed Erzegovina, per cercare di risolvere la controversia.

Lascia un commento