Un sito patrimonio dell’umanità come questo può essere una seccatura se si ha fretta.

In Cina, due operai edili hanno realizzato un’impresa straordinaria. Quando una parte della famosa Grande Muraglia si è messa in mezzo a loro e allo scavatore, hanno fatto del loro meglio e hanno scavato un buco nella storica Grande Muraglia. Dove un tempo per secoli si trovava pietra su pietra, ora nella sabbia si possono vedere solo tracce di scavi.

Abbreviazione: controllo! Danno: doppio controllo!

Due sospetti, un uomo di 38 anni e una donna di 55 anni, sono stati immediatamente arrestati, ha detto in un comunicato la polizia della provincia settentrionale dello Shanxi.

La polizia ha affermato in un comunicato che l’uso sconsiderato dell’escavatore ha causato “danni irreparabili”. Non è ancora noto quale punizione dovranno affrontare i due operai edili. “I due sospettati sono in custodia penale come da legge e il caso è oggetto di ulteriori indagini”, ha detto il funzionario.

Conosciuta anche come la 32a Grande Muraglia, la sezione in rovina del muro risale alla dinastia Ming, che governò fino al XVII secolo. Tuttavia queste non sono le parti più antiche delle mura, la sua costruzione risale a oltre 2000 anni fa. In totale, la Grande Muraglia Cinese è lunga oltre 21.000 chilometri.

A questo punto, la maggior parte delle pareti sono ricoperte di terra ed erba. Molte sezioni non vengono più mantenute e restaurate, a differenza dei luoghi conosciuti dai turisti. Rappresentano però una parte significativa delle costruzioni cinesi più famose.

Negli ultimi anni parte del muro è scomparsa più volte. Si dice che circa il 30% non esista più. Alcuni sono caduti vittime di condizioni meteorologiche estreme e di erosione, mentre altri sono stati rimossi dagli esseri umani. Le pietre dei muri furono rubate molte volte per costruire case.

Lascia un commento