I documenti del tribunale pubblicati questo mercoledì (6) mostrano che l’ufficio del procuratore generale degli Stati Uniti nel caso che coinvolge Hunter Biden, figlio dell’attuale presidente degli Stati Uniti Joe Biden, ha deciso di incriminarlo in modo che un gran giurì possa licenziarlo entro la fine dell’anno Ha chiarito che doveva sporgere denuncia. Mese.

Le accuse contro il figlio di Joe Biden non sono state dimostrate, ma si ritiene che siano correlate alle accuse di possesso illegale di armi da fuoco mentre faceva uso di droga, secondo Reuters.

Inoltre, Hunter Biden è anche indagato dalla procura federale per aver presumibilmente condotto attività commerciali sospette in Ucraina.

Il procuratore americano David Weiss del Delaware, che è stato recentemente nominato procuratore speciale nel caso, ha detto che intende sporgere denuncia contro Hunter entro il 29 settembre. Le intenzioni dell’accusa sono state chiarite in un rapporto sullo stato ordinato dal giudice della corte distrettuale del Delaware Maryellen Noreika.

Gli avvocati di Hunter Biden affermano che l’accordo che gli impedisce di essere perseguito per possesso illegale di armi da fuoco è ancora valido. L’accordo, che faceva parte di un altro accordo che includeva una dichiarazione di colpevolezza per aver tassato le accuse penali contro Hunter, non è stato approvato durante un’udienza a luglio.

Hunter Biden è stato incriminato a giugno per due capi d’accusa di evasione fiscale legati al mancato pagamento di più di 100.000 dollari di tasse su oltre 1,5 milioni di dollari di reddito sia nel 2017 che nel 2018.

Si prevedeva che si sarebbe dichiarato colpevole a luglio dopo aver raggiunto un accordo con i pubblici ministeri che prevedevano di raccomandare due anni di libertà vigilata per il figlio del presidente. Tuttavia, la causa è fallita durante l’udienza dopo che Noreika ha sollevato alcune preoccupazioni sui dettagli dell’accordo e sul suo ruolo nel processo.

Finora gli avvocati di Hunter Biden non hanno commentato i documenti divulgati mercoledì.

dopo la navigazione

Lascia un commento