Il CSKA è la società sportiva centrale dell’esercito russo.

La squadra di hockey su ghiaccio del CSKA Mosca, che gioca nel KHL, ha indossato la lettera “Z” sulla manica delle maglie durante il riscaldamento per la partita di apertura della stagione.

Si dice che la lettera “Z” sull’equipaggiamento militare russo significhi, tra le altre cose, vittoria, la parola per vittoria.

TsSKA, il club sportivo centrale dell’esercito, ha parlato delle opzioni della maglia sul proprio account Telegram. Il club ha annunciato di aver dedicato il gesto ai guerrieri del Club Espanola.

“Difendono altruisticamente il nostro Paese sui campi più caldi senza rischiare la salute o la vita”, ha giustificato il club.

“L’Espanola è un gruppo unico di appassionati di sport provenienti da tutta la Russia. Il coraggio di questi eroi è un esempio per tutto il nostro popolo”.

Una squadra sportiva chiamata Friends è in realtà un gruppo di hooligan del calcio russo. Il quotidiano britannico The Times ha riferito lo scorso dicembre che gli hooligan dei principali club avevano sepolto le loro asce per combattere in Ucraina.

Secondo la rivista, del gruppo fanno parte i cosiddetti ultra supporters delle squadre TSSKA, Zenit, Spartak, Torpedo e Lokomotiv.

Ci sono anche teppisti del famigerato Aurel Butchers Group. L’emittente britannica BBC ha riferito nel febbraio 2017 che erano membri degli Orel Butchers che hanno attaccato i tifosi inglesi al Campionato europeo di calcio 2016.

Il Times ha descritto il gruppo come una milizia volontaria e ha affermato che facevano parte dei ribelli della “Repubblica popolare” di Donetsk.

Per quanto riguarda il simbolo Z utilizzato da TSSKA, “Ukrainalinen weblehti” e altri hanno riferito in base al messaggio dell’associazione “Ukraineska Pravda”.

Simon Semberg, influencer svedese di lunga data e propagandista del CSKA, è stato segnalato lunedì dal servizio di messaggistica Xin, ex Twitter.

Allo stesso tempo, Semberg ha ricordato agli svedesi che giocano per lo TsSKA Fredrik Krassonin, che era coinvolto nel sostegno alla guerra offensiva.

Inoltre, Slava Malamud, un noto ex giornalista sportivo e ora russo residente negli Stati Uniti, ha commentato il servizio di messaggi X:in di TsSKA.

Malamud ha ricordato che i giocatori russi della NHL si rifiutavano di indossare magliette a tema orgoglio e che era considerato fantastico tenere la politica fuori dall’hockey.

“L’allenatore del CSKA Mosca Sergei Fedorovin, ora inserito nella Hockey Hall of Fame, ha indossato una maglia a sostegno dei battaglioni coinvolti nel massacro in Ucraina.”

Lascia un commento