Dopo che suo figlio è stato picchiato davanti al club scambista Anaconda a Rovigno, l’avvocato Miroslav Purisho ha scritto una lettera aperta al pubblico ministero Zlata Hulvoy Shipek.

Sabato intorno all’1.30 un uomo di 30 anni è stato aggredito da otto persone fuori da un locale, gravemente ferito e derubato di gioielli e orologi costosi. La polizia ha detto che uno degli aggressori ha scattato una foto personale per intimidirli e indurli a non denunciare. È stato minacciato anche da una donna di 24 anni e da un uomo di 26 anni che erano con lui.

La polizia ha arrestato i sospettati lo stesso giorno e li ha consegnati a un supervisore della detenzione, ma il signor Prisho ha affermato in una lettera aperta che gli erano state date precauzioni e che era stato rilasciato.

Trascriviamo integralmente la lettera aperta di Miroslav Purisa.

– Procuratore generale Zlata Hulvoy Shipek,

Sei stato inviato come padre di Bruna Purisa (alias: Purisho) con alcuni amici di otto teppisti addestrati e addestrati in nero nella notte tra venerdì e sabato (1/2 settembre). Davanti al Club Anaconda di Rovigno (nel caso si trattava di una guardia clandestina) indossava una maglietta con l’asta timbrata, dove ha riportato ferite gravi (al limite del tentato omicidio) e numerose ferite lievi, il tutto mentre indossava orologi e gioielli costosi. indossava anche lei. Tre amiche e un’amica intervenute in sua difesa sono state costrette ad allontanarsi e ferite leggermente, mentre è rimasto leggermente ferito anche un tassista intervenuto in suo aiuto. L’intera aggressione è stata accompagnata da insulti e minacce di morte e, il giorno successivo, due delle otto persone denunciate hanno afferrato il tassista, gli hanno puntato contro una pistola e hanno minacciato di ucciderlo se avesse testimoniato o denunciato l’accaduto.

L’intero episodio è stato denunciato alla Questura di Rovigno e il giorno successivo, sabato 9 febbraio 2023. Poco dopo le 21:00, in collaborazione con la polizia d’intervento sono state arrestate otto persone, una delle quali era armata senza patente, con il risultato nella resistenza all’arresto e nel pericolo di pericolo per persone nell’esercizio delle loro funzioni. L’intera preparazione e l’operazione sono state gestite da Vlad Shul, vice capo del dipartimento di polizia di Pola. Sapeva tutto, gestiva l’intera faccenda, aiutava a preparare i rapporti sui crimini (credenziali), gestiva le procedure di arresto, le prove e le prove documentali. Sono stati emessi mandati di perquisizione per appartamenti e partecipanti a eventi che hanno sequestrato, tra le altre cose, armi da fuoco, cellulari e schede di filmati di telecamere a circuito chiuso. Gli autori del reato sono stati portati al Custode la domenica pomeriggio (3 settembre 2023), interrogati il ​​giorno successivo davanti a un delegato designato e lo stesso giorno, per decisione dello stesso delegato designato, condannati a morte. non è stato tenuto. Ci sono prove di ogni tipo per disporre il fermo, ma per raggiungere lo stesso scopo l’ho trattenuto spiegando che servono precauzioni come il divieto di avvicinarsi entro 50 metri e l’obbligo di presentarsi ogni 14 giorni e cautela. Non ripete atti né influenza i testimoni. Ma nell’ordine di consegna ha pubblicato chiaramente l’indirizzo della vittima, come se dicesse ai bulli che sapeva già dove vivevano.

A parte il fatto che, anche se fossero stati rilasciati, non è chiaro il motivo per cui sono stati detenuti, perché sono stati rilasciati considerando l’elemento di custodia cautelare e perché hanno picchiato mio figlio? Almeno per i seguenti motivi. Hanno tenuto gli agenti sotto tiro, perché non raccoglievano tutte le prove prima di prendere una decisione, mentre la loro custodia era assicurata, ma indipendentemente dalle decisioni discrezionali e dal diritto del vice di farlo. Abbiamo una situazione molto semplice in cui la polizia sotto il comando del tenente Vlad Schull ha effettuato molte azioni costose e difficili in breve tempo per raccogliere prove e non tutte le prove sono state raccolte: che i delinquenti sono stati rilasciati, che i delinquenti hanno sono in fuga e che è questione di giorni se continueranno o ripeteranno i loro crimini (ora non conoscono nemmeno l’indirizzo della vittima). sono disponibili). Ciò ha fatto sì che io, la mia famiglia e almeno altri 4 membri della famiglia ci sentissimo insicuri. Viene inviato il brutto messaggio che i feriti andranno in ospedale e i bulli saranno liberi. E infine, considerando il ruolo del tenente Schull e la sua decisione finale, non è un po’ contraddittorio?

La mia domanda è: chi sta svolgendo il lavoro del senatore Shchul, che paghiamo tutti con le tasse, e non i delinquenti che non pagano le tasse? È perché i delinquenti sono a loro agio e le vittime vivono nella paura o ho un altro lavoro? ruolo? ? Inoltre, quelli che sono delinquenti, disoccupati, addetti alla sicurezza senza licenza, quelli che hanno proprietà ipotecate, hanno debiti con le banche o con il governo e il loro comportamento non è modellato, e guarda chi è chi. Lei era coinvolta in un business simile alla prostituzione, che non è ancora legale nella Repubblica di Croazia. Il tuo obiettivo è incoraggiare queste persone o scoraggiare le loro azioni? Presto verranno create molte cose a cui (DORH) dovrebbe sicuramente interessarsi. In effetti, finora non è stato dimostrato alcuno sforzo serio.

Questo fatto sembra essere sfuggito alla vostra attenzione, come non sarebbe dovuto sfuggire all’attenzione del procuratore di Pola, anche se non sarebbe dovuto sfuggire alla sua attenzione. E tu, la persona responsabile della prevenzione di tali eventi, adotterà ulteriori misure per garantire che ciò che è accaduto sia accurato senza indugio. Per favore, prova a immaginare. Considerate che se la situazione dovesse aggravarsi e dovesse succedere di nuovo qualcosa a queste vittime e ad altre, saranno il Procuratore Generale e la madre a essere ritenuti responsabili. Vi invio la decisione del vice primo ministro Štür nel file allegato, quindi vi preghiamo di leggerla. Sono stato 10 volte finora. Prestare particolare attenzione all’ultima pagina. La parte sulle precauzioni dà l’impressione che qualcuno l’abbia scritta. . Ma sfortunatamente no.

Ciò che mi preoccupa ancora di più è che il deputato Schull ha già intentato più volte una causa contro la Repubblica di Croazia per fascicoli del valore di oltre 22 milioni di kune, che secondo lui sono stati “dimenticati” e quindi confiscati. è indelebile. Qualche anno fa era più di 2.000 dollari, lo stipendio lordo medio in Croazia, e, in senso figurato, ha ricevuto un rimprovero dal suo insegnante di classe. Sarebbe molto scomodo se ciò accadesse di nuovo a Forgotten Vladek e nessuno può escluderlo.

Poiché credo che questo incidente oltrepassi il limite della violenza personale contro mio figlio e altre persone innocenti e sia un esempio di chiara cattiva condotta da parte di DORH, del vicedirettore Schull, di tutte le parti coinvolte a cui invio questa lettera, di tutto l’ordine pubblico, compreso il media e a tutti coloro che traggono vantaggio dal suo funzionamento. Vorrei menzionare che ho tentato di contattare direttamente DORH per correggere questo errore, ma senza alcun risultato.

Credo che ci sia ancora tempo e spazio per correggere gli errori, nessuno è perfetto, tutti sbagliano, le persone serie se ne accorgono, lo riconoscono, accettano consigli, lo riconoscono. (probabilmente), ma spero che correggerai sicuramente anche i miei errori. A volte il danno non può essere riparato, ma credo che ci sia ancora tempo e spazio e la speranza apparirà presto.

Infine, questa lettera non ha lo scopo di avviare una conversazione con te o di costringerti a rispondere. Voglio solo che tu sia consapevole di questo fatto e agisca di conseguenza. Tutti noi che seguiamo questo caso ci renderemo presto conto delle conseguenze delle vostre azioni e osserveremo e comprenderemo rapidamente il vostro modo di pensare e di lavorare, afferma la lettera aperta di Miroslav Purisa.

La polizia di Rovigno ha indagato su otto persone sospettate di aver commesso atti criminali, tra cui rapine, lesioni gravi e minacce. Un uomo di 56 anni, un uomo di 45 anni, un uomo di 44 anni, una donna di 40 anni, un uomo di 38 anni, due uomini di 36 anni e un uomo di 23 anni. un sedicenne sono sospettati di aver commesso i crimini di cui sopra. Due di loro sono sospettati del reato di tentata lesione grave e uno è anche sospettato del reato di tentata coercizione contro un dipendente.

I sospettati sono accusati di aver aggredito un uomo di 30 anni davanti a un ristorante sulla Cesta na Vallarta intorno all’1:30 del 2 settembre. Lo hanno picchiato con mani e piedi, hanno minacciato di morte, gli hanno portato via l’orologio e due catene e hanno causato danni per migliaia di euro. Un uomo è rimasto gravemente ferito nell’incidente e uno degli aggressori ha scattato una foto della sua carta d’identità per intimidirlo e indurlo a non chiamare la polizia.

I sospettati hanno minacciato di uccidere un uomo di 30 anni e hanno minacciato di morte una donna di 24 anni e un uomo di 26 anni che erano con loro.

Una donna di 56 anni ha notato l’uomo aggredito e ha cercato di impedire ulteriori attacchi, ma anche due uomini, di 45 e 44 anni, sono stati aggrediti e hanno riportato ferite lievi, quindi sono sospettati di aver commesso il crimine. In questo tentativo sono rimasto gravemente ferito.

La sera dello stesso giorno, la polizia ha arrestato tutti i sospettati, ma lungo la strada il 44enne ha cercato di impedire agli agenti di svolgere il proprio compito ed ha estratto una pistola. Si vede dalla vita dei pantaloni che non ha la patente. Gli agenti di polizia gli hanno impedito di agire e hanno adottato misure coercitive.

Dopo la conclusione delle indagini penali, la sera del 3 settembre gli indagati sono stati portati nel centro di detenzione della polizia istriana.

Lascia un commento