Il generale russo Sergei Slovikin, soprannominato Generale Armageddon, è stato recentemente rilasciato dopo essere stato arrestato in seguito alla ribellione di Prigozhin, hanno riferito al New York Times il ministero della Difesa russo e funzionari dell’intelligence statunitense.

Ieri è stata pubblicata la prima foto che mostra presumibilmente Slovikin che cammina per Mosca con sua moglie dopo essere stato nascosto per più di due mesi. Si dice che la foto sia stata scattata qualche giorno fa.

Slovikhin, che è stato recentemente licenziato dalla carica di comandante dell’aeronautica russa, è caduto in disgrazia presso il Cremlino dopo aver presumibilmente conosciuto i piani di Prigozhin per la rivolta di giugno. E la defunta famiglia Wagner spesso elogiava Slovikin come “uno dei pochi uomini capaci nella leadership militare russa”.

Tuttavia, quando iniziò la ribellione, registrò un video chiedendo ai Wagneriani di abbandonare i loro piani.

Tuttavia, diversi esperti di linguaggio del corpo hanno affermato che sembrava forzato. E così è scomparso dalle luci della ribalta. Inizialmente si diceva che fosse stato mandato “in vacanza”, ma nuove informazioni dicevano che era in custodia…

– Prigozhin è stato rilasciato dalla custodia poco dopo la sua morte, ha detto al NYT una fonte vicina al Ministero della Difesa russo. Alcuni media occidentali hanno riferito che Slovikin è stato per tutto il tempo agli arresti domiciliari.

Ricopre gradi militari, ma non c’è futuro per lui nell’esercito russo, dicono addetti ai lavori russi.

Altrimenti, Armageddon trascorre del tempo con la sua famiglia e aspetta che il suo futuro si svolga.

Ricordiamo che durante l’intervento militare russo in Siria, Slovikin si guadagnò il soprannome di “Generale di Armageddon” a causa delle tattiche brutali che usò lì. Nell’ottobre 2022 è diventato capo delle operazioni militari russe in Ucraina, ma a gennaio il ruolo è stato affidato al capo di stato maggiore generale Valery Gerasimov, dopo di che Slovikhin è stato nominato vice di Gerasimov.

Segui minuto per minuto la situazione in Ucraina e Russia

Lascia un commento