La nuova direzione del Centro d’Arte Reina Sofía, guidata da Manuel Segade, ha cambiato la sua politica fotografica adottando Guernica di Pablo Picasso, permettendo di scattare foto senza flash. Tutto ciò mira a “normalizzare” le visite ai centri d’arte contemporanea come fonti di informazione. ha sottolineato all’agenzia di stampa europea.

Così, dal 1° settembre, è stato introdotto il divieto di fotografare dipinti storici, equiparando la politica relativa a questo progetto ad altre politiche museali che consentono di scattare foto senza luci o bastoncini per selfie.

Il divieto ha portato a una “situazione complicata” in cui le guardie di sicurezza nella sala diventavano più consapevoli se qualcuno stava fotografando altre cose, quindi è stata presa la decisione di “normalizzare” la visita.

Il Centro d’Arte Reina Sofia ha inoltre spiegato che la nuova politica intende incoraggiare “più” visitatori, ma tale capacità continuerà ad essere controllata e verranno compiuti sforzi per evitare problemi di traffico.

Prima di questa nuova politica, ai visitatori non era consentito scattare foto di “Guernica” a meno che una celebrità non fosse presente al museo, come nel caso di Mick Jagger nel 2022. Alcuni utenti hanno protestato. Il museo ha poi affermato che il motivo del divieto era la necessità di evitare assembramenti e altri tipi di comportamenti che avrebbero ridotto la “qualità” della visita. Hanno anche ricordato di essersi avvicinati di recente all’argomento (ci sono immagini di diversi visitatori accanto al tabellone) e che si trattava “essenzialmente di una raccomandazione”.

Nel 2016 ci fu anche una polemica con l’attore Pierce Brosnan per una foto caricata dal museo stesso. Fino ad allora, dopo le lamentele, il Centro artistico Reina Sofia aveva pubblicato un comunicato sul suo profilo Facebook, scusandosi per l’inconveniente dell’utente, affermando che la controversa foto era “molti altri atti simili compiuti nella storia”. Ha spiegato che si trattava di “fare anche una comunicazione”. del museo.

Lascia un commento