In un post su X (ex Twitter) sabato scorso, l’Organizzazione indiana per la ricerca spaziale (ISRO) ha affermato che la sonda Chandrayaan 3 è in “modalità di sospensione” ma la batteria è carica e il ricevitore è acceso.

A presto 👋

Il rover Playa ha raggiunto tutti gli obiettivi della missione ed è stato messo in modalità di sospensione dall’ISRO per avere le migliori possibilità di sopravvivere alla notte lunare. 🛌

Parcheggiato in un luogo sicuro, strumenti chiusi, pannelli solari posizionati con cura… pic.twitter.com/Fih99mj88Z

– ISRO Spaceflight (@ISROSspaceflight) 2 settembre 2023

“Attendiamo con ansia un risveglio di successo per un’altra serie di missioni!” – ha aggiunto Isro. “Altrimenti rimarrà lì per sempre come ambasciatore dell’India sulla Luna.”

Con l’impresa del 23 agosto, l’India si unisce agli Stati Uniti, alla Cina e all’ex Unione Sovietica nell’atterraggio di un rover lunare. Ma è stato il primo a raggiungere il scosceso Polo Sud, poco dopo lo schianto del Luna 25 russo in un tentativo simile.

Il fallito atterraggio morbido di Chandrayaan-3 nel 2019 ha suscitato un diffuso giubilo nel paese più popoloso del mondo. I media hanno salutato lo sbarco come il più grande risultato scientifico dell’India.

Pragian ha viaggiato per più di 100 metri e ha confermato la presenza di zolfo, ferro, ossigeno e altri elementi sulla superficie lunare, ha detto l’ISRO.

prova di salto

Nel frattempo, domenica il lander Vikram della missione lunare è riuscito a raggiungere il suo obiettivo di missione completando con successo un test di salto. Dopo aver ricevuto ordini dal controllo della missione sulla Terra, Vikram accese i motori e atterrò silenziosamente vicino al Polo Sud della Luna. “Come previsto, è salito di circa 40 centimetri ed è atterrato in sicurezza a una distanza di 30-40 centimetri”, ha detto l’ISRO nel suo account X.

Abbiamo un touchdown… di nuovo! 🌘

Ieri, il lander Vikram ha acceso nuovamente i suoi propulsori e ha fatto un breve salto sulla superficie lunare, diventando la seconda navicella spaziale a farlo. 🥈

È decollato, ha raggiunto una quota di soli 40 cm, poi è atterrato di nuovo a 30-40 cm di distanza.

A… pic.twitter.com/5tSRXBNvaI

– ISRO Spaceflight (@ISROSspaceflight) 4 settembre 2023

Per l’Agenzia spaziale indiana, il salto rappresenta la “spinta” per riportare campioni dalla Luna e sviluppare missioni con equipaggio sul satellite. Tutti i sistemi sono nominalmente operativi e in buone condizioni. Dopo l’esperimento sono stati disabilitati e reinstallati con successo.

Vikram ora entra in modalità standby. Prima di ciò, verranno condotti esperimenti sul campo con diversi carichi utili in nuove posizioni. Quando l’energia solare e le batterie di Vikram si esauriranno, dormirà accanto alla navicella spaziale Pragyan e si sveglierà intorno al 22 settembre.

missione del sole

Ora l’India conta sul successo di una sonda lanciata sabato per studiare il sole e osservare i venti solari che possono causare disturbi sulla Terra comunemente considerati aurore.

“Il satellite è sano, in orbita terrestre e pronto per il suo viaggio di 1,5 milioni di chilometri”, ha detto domenica l’ISRO.

dopo la navigazione

Lascia un commento