Il Financial Stability Board (FSB), che supervisiona il sistema finanziario globale, ha avvertito che l’economia globale potrebbe diventare instabile nei prossimi mesi. Ne dà notizia il Financial Times.

Il presidente dell’FSB Glass Knott ha affermato che la ripresa economica globale rischia di vacillare e che si aspetta “shock e sfide” per il sistema finanziario globale nei prossimi mesi e anni.

Knott sottolinea che il settore immobiliare è un settore che le autorità e i regolatori devono monitorare poiché i tassi di interesse tendono ad aumentare.

Il FT ha riferito che l’aumento dei tassi da parte della banca centrale non ha ancora colpito completamente tutti i mutuatari, quindi ci vorrà del tempo prima che l’aumento dei tassi abbia un impatto sull’economia reale.

Entrano in vigore i controlli sui capitali

L’FSB è l’organismo del G20 che formula raccomandazioni sulla regolamentazione del sistema finanziario internazionale. Il presidente Klaas Knott ha lanciato un avvertimento prima del vertice del fine settimana a Nuova Delhi, in India.

Knott ha affermato che le preoccupazioni del mercato sottolineano la necessità di finalizzare le linee guida concordate nel 2017 sui requisiti patrimoniali delle banche. Ad esempio, il FT ha riferito che gli Stati Uniti introdurranno il requisito solo a metà del 2025 per facilitare alle banche l’adattamento al cambiamento.

Il Regno Unito e l’UE intendono far entrare in vigore il regolamento circa sei mesi prima rispetto agli Stati Uniti, secondo il FT, che è anche lui indietro rispetto all’obiettivo originale.

Knott chiede inoltre una maggiore regolamentazione degli istituti finanziari non bancari. Tra questi figurano, ad esempio, gli hedge fund privati ​​e le compagnie assicurative.

Lascia un commento