Lunedì Davor Ljubitz non ha assistito all’annuncio della sentenza di nullità nel caso “ghiaccio secco”. Poiché era stato condannato a più di cinque anni di carcere, è stato immediatamente condannato alla custodia cautelare obbligatoria e se non si fosse presentato a Remitenek, il tribunale avrebbe ordinato alla polizia di trattenerlo.

Tuttavia, dopo aver saputo di essere stato ingiustamente condannato a sei anni e mezzo di prigione, si è arreso a Remitenek.

Secondo la decisione non valida, il signor Ljubic era direttore della Ecotours, nella quale il signor Zvonimir Shoster ha dato lavoro alla società con l’intento fraudolento di pulire i sistemi di ventilazione e condizionamento dell’aria della palestra. Per la costruzione la città di Zagabria ha pagato 52 milioni di HRK, ma secondo l’USKOK il valore reale è di circa 13,4 milioni di HRK. Il danno ammonta a circa 39 milioni di kune e la città di Zagabria intende intentare una causa civile contro la società di Ljubitz per recuperare il denaro.

A causa della sentenza non valida gli sono stati confiscati circa quattro milioni di euro. Se la decisione diventa definitiva, una parte verrà prelevata dalla sua proprietà. Perché ci sono circa 150 proprietà, per lo più seminativi, pascoli e pascoli, tutte pignorate e intestate a sua madre. Il resto dovrà essere pagato dal bilancio della Repubblica di Croazia. Inoltre pagheranno circa 68.000 euro per gli esperti.

Lascia un commento