I giocatori di rugby amano vantarsi del fatto che il rugby è il terzo evento sportivo più visto, dietro i campionati mondiali di calcio e le Olimpiadi estive. Questo è ciò che mostrano i numeri del 2019.

Altri studi sostengono che i Giochi asiatici, le Olimpiadi invernali, la Coppa del mondo di cricket, la Coppa del mondo femminile, così come il Tour de France di ciclismo e la Champions League di calcio ricevono più attenzione, ma la Coppa del mondo di rugby è senza dubbio la competizione più grande. eventi sportivi mondiali. Il concorso si svolge ogni quattro anni, con la decima edizione che prenderà il via venerdì in Francia.

La Nuova Zelanda e i campioni del Sud Africa hanno tre titoli ciascuno, l’Australia due e l’Inghilterra uno. Nonostante abbia perso tre volte la finale, la Francia è stata anche la nazione ospitante nel 2007, con una media di 47.150 spettatori presenti alle partite negli stadi. Lo stadio più piccolo che ospiterà quest’anno è il Tolosa con 33.150 posti mentre il più grande è lo Stade de France con 80.023 posti.

E mentre i biglietti per le partite del primo turno costano solo 7 euro, i biglietti per squadre potenti come Francia vs Nuova Zelanda non sono mai inferiori a 200 euro e i biglietti per la fase finale possono costare da 680 euro a 5.840 euro. .

Conosciuto come uno sport da gentiluomini, il campionato conta 20 squadre nazionali, di cui solo 8 qualificate, la maggior parte delle quali sono la stessa squadra. Georgia, Romania e Portogallo si sono qualificate ancora una volta per l’Europa, mentre Inghilterra, Francia, Irlanda, Italia, Scozia e Galles si sono qualificate direttamente per la Coppa delle Sei Nazioni.

Centinaia di milioni di euro di fatturato, ma i giocatori guadagnano molto meno dei calciatori, dei giocatori di basket, dei tennisti, dei giocatori della NFL… Il giocatore di rugby più pagato al mondo è il sudafricano Handre Pollard, che vive a Leicester, in Inghilterra. giocando per 2 anni. 1,8 milioni di euro a stagione. Lo stipendio è al limite di quello di un cittadino croato medio. Ci sono solo cinque giocatori di rugby al mondo che guadagnano un milione di stipendio all’anno e tutti e cinque giocano per club nel Regno Unito, ma dall’altra parte del mondo, in Nuova Zelanda, chiunque non giochi per il proprio club di origine può fare Nazionale no. Ecco perché molti dei migliori giocatori di rugby della storia non hanno potuto giocare in Europa e giocatori come Steven Luatua (31 anni) hanno accettato l’offerta del Bristol e un contratto da 770mila euro l’anno, ma non è così. Ecco perché ha dovuto smettere di giocare per la nazionale. . Charles Piuto (28) invece è andato all’inglese Wasps, ha cambiato nazionalità e rappresenterà Tonga ai Mondiali. Perché per la Nuova Zelanda non è più consentito.

Secondo il bookmaker, la Nuova Zelanda è la più popolare (quota 3,75), Francia 4a, JAR 4,33, Irlanda 6a, Australia 12a, Inghilterra 15, Argentina 23a, Galles 41a, Scozia 51a, Fiji 91a. , e molti altri sono outsider. .

La nazionale croata è lontana dai Mondiali, ma l’atmosfera croata è sempre presente. Da Fran Botica, che vinse la sua prima Coppa del Mondo con la Nuova Zelanda nel 1987 e giocò per la Croazia dieci anni dopo, a Daniel Luger, che vinse la Coppa del Mondo con l’Inghilterra nel 2003 e più recentemente capitanò il Galles. Fino a Justin Tiprich, che lo era.

I fratelli Matthias e Nicolas Galafrich, discendenti di immigrati croati, rappresenteranno il Cile ai Mondiali in Francia.

Puoi guardare tutte le partite sul canale Sportklub. Si comincia con un’apertura spettacolare e la sfida tra Francia e Nuova Zelanda venerdì alle 21 in SK 3, il programma di sabato: Italia-Namibia (12.50, SK 3), Irlanda-Romania (15.20, SK 3). ), Australia – Georgia (18, SC 2), Inghilterra – Argentina (21, SC 2).

Lascia un commento