Il presidente montenegrino Jakov Milatovic ha annunciato martedì la visita di Peroj nell’ambito della sua prima visita in Croazia. Peroy è una località istriana colonizzata da un gruppo di coloni montenegrini nel XVII secolo. Lo hanno annunciato mercoledì le autorità della città di Dignano.

Questo illustre ospite è stato accolto e ospitato dai membri dell’Associazione montenegrina Peroj “Peroj 1657” e da Eddy Pastrovicchio, sindaco di Dignano.

Si dice che l’arrivo del presidente Milatović nella città di Bodnjan abbia dato a Perojic un grande rispetto per aver preservato quattro secoli di identità e tradizione montenegrina. Nicola Szukko, segretario dell’Associazione Peroj-Montenegro, e Goran Petković, parroco di Peroj e Pola, ci hanno presentato la storia e la situazione attuale di Peroj e abbiamo discusso con il sindaco delle opportunità economiche e della possibilità di cooperazione transfrontaliera. pastoroviki

“Peroj apprezza i loro legami culturali con la loro patria ancestrale e molti funzionari e rappresentanti montenegrini li hanno visitati”, ha detto dalla città.

“Durante la sua visita, il presidente Milatovic ha detto di essere venuto come amico e di aver reso omaggio alla regione di Dignano, un ambiente che promuove attivamente il multiculturalismo e il multilinguismo e rispetta la diversità delle nazioni, delle religioni e delle altre credenze”, ha aggiunto nel comunicato stampa. .

Durante la sua visita ha visitato la chiesa di San Pietro. Attrazioni visitate come Spyridon, Biblioteca di Njegos e Museo locale, DPC House e durante il tour del villaggio hanno interagito con molti locali.

In precedenza il presidente del Montenegro ha avuto un colloquio informale a Pola con il sindaco di Pola Filip Zolicic, il governatore dell’Istria Boris Miletic e i funzionari.

Secondo la volontà del presidente Milatović, i due leader si sono recati dal Forum a Portalata, nel cuore della città più grande dell’Istria, e hanno continuato i piacevoli colloqui, discutendo molti temi come il mantenimento delle buone relazioni tra i due paesi con particolare attenzione al patrimonio culturale.

Le comunità montenegrine di Pola e dell’Istria si presentano come fulgidi esempi di parti autentiche e integranti delle comunità locali.

L’unica antica comunità del Montenegro, Croazia, vive nell’insediamento di Peroj dal XVII secolo.

Nel XVII secolo ottennero loro il diritto di stabilirsi a Peroj in Istria come ricompensa per la loro partecipazione alla guerra dalla parte veneziana e per impedire alle autorità turche di vendicarsi della popolazione montenegrina locale.
Così, nel luglio 1657, i veneziani permisero a un gruppo di 77 famiglie montenegrine di Kurmnica di stabilirsi nel villaggio di Peroi del territorio.

Lascia un commento