Il contratto del canadese Jari Saario in Finlandia è giunto al traguardo della prima tappa. È arrivato in Scozia martedì notte.

Il pompiere Jari Sario è atterrato per la prima volta martedì notte dopo aver remato per oltre 4.600 chilometri in 75 giorni. Il sito si trova lungo il Loch Linnhe in Scozia.

“C’era un ormeggio qui e ho visto gente dall’altra parte della strada. Entrò con una bandiera finlandese, diede il benvenuto e disse che altri finlandesi sarebbero venuti a salutare Brackett. [Kaledonian kanavaan]disse Saario al telefono.

“Sì, mi manca già quel tipo di vita sociale, anche se sono troppo stanco per parlare. Mi manca già andare in Finlandia”.

Il primo passo verso il molo è stato un po’ traballante, ma dopo 75 giorni in mare non c’è da meravigliarsi.

“Camminare sulla terraferma è come se la terra trema continuamente, ma non nei Caraibi.” [soutu Kanarialta Antigualle alkuvuodesta]Il mio sistema nervoso era così esausto che riuscivo a malapena a stare in piedi”, ha detto Saario.

A questo punto il Saario era già entrato nello Stretto di Caledonia, ma il progresso fu notevolmente ritardato dalla corrente inversa. Ad esempio, può volerci una settimana o più per raggiungere Loch Ness, poiché occorrono diversi giorni solo per attraversare le chiuse dello Stretto.

Inoltre prima della prima chiusa del canale c’è un tratto stretto percorribile solo con l’alta marea.

Il prossimo punto all’ordine del giorno è la manutenzione della nave, come la riparazione del timone e il lavaggio dello scafo, ma cerca di partire per il canale il prima possibile.

“Non vedo l’ora di raggiungere lo Stretto di Caledonia e le chiuse di Loch Ness”, dice Saario, che promette di continuare a remare fino alla Finlandia.

Lascia un commento