Eero Hivonen continuerà a ricoprire la carica di presidente di JSN per un secondo mandato.

Eero Hivonen è stato eletto per continuare a ricoprire la carica di presidente del Council for the Word (JSN).

L’Associazione dei Patroni della JSN ha eletto Hivonen per un ulteriore mandato dal 2024 al 2028 durante una riunione tenutasi martedì. Haivonen è laureato in giurisprudenza. Questo sarà il suo secondo mandato come presidente della JSN.

Il mandato del Presidente è gestire la JSN interpretando le linee guida giornalistiche e le buone pratiche giornalistiche. Supervisiona inoltre, ad esempio, lo sviluppo dell’etica dei media e del giornalismo, gestisce il segretariato JSN e gestisce le finanze del Consiglio.

In secondo luogo, questo sarà l’ultimo mandato di Hivonen poiché la stessa persona può ricoprire la carica di presidente della JSN per un massimo di due mandati consecutivi.

In un’intervista alla rivista Journalisti, Hivonen si è detto felice della sua scelta.

“Stiamo riformando le nostre linee guida per i giornalisti e saremo in grado di implementarle l’anno prossimo”, ha detto Hivonen al giornale.

Nell’intervista, ha anche affermato che il numero di reclami ricevuti da JSN quest’anno ha superato il massimo storico. Chiunque può presentare un reclamo a JSN in merito a gravi errori negli articoli di giornale.

Hivonen stima che quest’anno verranno ricevuti più di 500 reclami. Il record precedente era di 468 denunce nel 2016.

Hivonen, che si è lamentato del fatto che il numero fosse aumentato negli ultimi quattro anni, ha detto a HS. Cosa ha causato questo?

Quando JSN ottiene un nuovo presidente, gli aspetti positivi spesso aumentano leggermente con il numero di reclami. Negli ultimi anni, tuttavia, le denunce sono state alimentate da una serie di questioni controverse, tra cui pandemie, cambiamenti climatici e minoranze.

“I media sono l’arena delle lotte politiche, e talvolta queste lotte continuano su JSN.

“Le persone stanno diventando sempre più attente ai media. Le aspettative sono alte e il giornalismo esige la verità”.

Tra le denunce è emerso anche un nuovo tipo di minoranza, che solleva interrogativi su come le minoranze comuni vengono trattate nei media. Secondo Hyvönen non esistono statistiche sull’età o sul sesso dei denuncianti, quindi non è possibile dire direttamente chi ha presentato denuncia e su quale questione.

“A giudicare dai nomi sembra molto diverso, ma alcuni argomenti riguardano più i giovani e le donne, per esempio”, dice.

In JSN, i preparatori del lavoro gestiscono tutti i reclami. Preparano una presentazione del reclamo e il Presidente decide se il reclamo verrà risolto dal consiglio vero e proprio. Il collegio deciderà se assolvere o ritirare le accuse. Le decisioni motivate vengono rese pubbliche.

Secondo Hivonen i quattro quinti dei ricorsi non vengono inoltrati al Parlamento. Tutti i ricorrenti ricevono una decisione in merito motivata. JSN ha tre scrittori a tempo pieno.

Quando gestiamo i reclami, esaminiamo quali decisioni sono state prese in casi simili in passato e se il reclamo è nuovo. Se il reclamo riguarda un disaccordo o un’interpretazione errata piuttosto che un errore fattuale sostanziale, è improbabile che venga portato in tribunale.

“A volte i creatori si rivolgono ai professionisti per il loro lavoro”, aggiunge Hivonen.

Correzione 5.9. 15:31: Come ho detto prima, il presidente della JSN deciderà se procedere con il reclamo al comitato, non all’editore.

Correzione 5.9. 19:27: Rimosso il riferimento al secondo quadriennio di Hyvönen. La stagione è attualmente di 5 anni.

Lascia un commento