Venerdì il ministero degli Esteri ucraino ha condannato le “false elezioni” organizzate dalla Russia nei territori occupati dell’Ucraina, affermando che tali elezioni erano “inutili” e prive di supporto legale.

La Russia sta tenendo elezioni locali in quattro regioni ucraine che non controlla completamente, tra cui Donetsk, Luhansk, Zaporizhia e Kherson.

Il ministero ucraino ha annunciato che le elezioni russe sul suolo ucraino “violano palesemente la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina” e violano il diritto internazionale.

“Le elezioni farsa della Russia nei territori temporaneamente occupati non sono valide. Non hanno conseguenze legali e non comportano un cambiamento dello status del territorio dell’Ucraina sotto l’occupazione militare russa”, si legge nella nota.

Kiev ha invitato i suoi partner internazionali a condannare il voto e a non riconoscere i risultati elettorali.

Giovedì il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha definito le elezioni nella regione dell’Ucraina controllata dalla Russia “false e illegali”.

L’ambasciata russa negli Stati Uniti ha risposto venerdì, accusando gli Stati Uniti di interferire negli affari interni della Russia.

Lascia un commento