La Commissione Europea (CE) ha chiesto mercoledì l’istituzione di una carta standard per le persone con disabilità che sarà accettata in tutti i 27 stati membri dell’Unione Europea.

“I diritti delle persone con disabilità non si fermano alle frontiere”, ha affermato in un comunicato stampa la vicepresidente della Commissione europea Bela Djulova.

Ha aggiunto che le nuove carte renderebbero più facile per queste persone spostarsi tra gli Stati membri, uno dei diritti fondamentali dell’UE.

Il riconoscimento dello status delle persone con disabilità in tutta l’Unione garantirebbe “pari accesso e trattamento preferenziale negli spazi pubblici e privati”. Tra questi rientrano trasporti, eventi culturali, musei, centri sportivi e parchi divertimento.

La CE prevede inoltre di migliorare la tessera di parcheggio europea in modo che i disabili abbiano pari diritti di parcheggio in tutti gli Stati membri.

La proposta si basa su progetti pilota realizzati in otto Stati membri e su una consultazione pubblica che ha generato più di 2.500 commenti.

Spetta ora agli Stati membri e al Parlamento europeo studiare e migliorare ulteriormente la proposta.

Lascia un commento