Secondo un rapporto Reuters, i giganti della tecnologia cinese, tra cui Tencent, Huawei e Xiaomi, sono stati costretti dal governo cinese a richiedere agli sviluppatori di rivelare i dettagli dell’azienda prima di lanciare nuove app sui rispettivi app store. Le misure hanno già iniziato ad essere attuate. Le fonti suggeriscono che queste nuove regole potrebbero complicare in modo significativo il processo di pubblicazione delle app in Cina e rischiare di rimuovere molte delle opzioni attualmente disponibili. Le aziende stanno facendo di tutto per conformarsi alle normative cinesi, che richiedono agli sviluppatori di inviare informazioni aziendali al governo entro la fine di agosto e agli app store di installare sistemi per garantire la conformità.

Rich Bishop, amministratore delegato della piattaforma di pubblicazione di app AppInChina, ha dichiarato a Reuters che queste nuove normative costringeranno tutte le principali aziende globali a stabilire una presenza legale in Cina o a lavorare con partner locali. Hai detto che saresti stato costretto a farlo. Gli app store Android che operano in Cina hanno inviato avvisi agli sviluppatori, avvertendoli che rifiuteranno nuovi servizi se non saranno in grado di fornire i documenti richiesti. Ha aggiunto che le società produttrici di dispositivi Oppo e Vivo stanno informando gli sviluppatori su questi importanti cambiamenti normativi. Queste misure riflettono normative più severe nel settore tecnologico cinese e una crescente attenzione alle questioni relative alla sicurezza dei dati e alla trasparenza aziendale. L’impatto sulle aziende che desiderano sviluppare e distribuire app in Cina sarà significativo, richiedendo un maggiore rispetto delle leggi locali e una cooperazione con le aziende cinesi, aprendo nuove sfide e opportunità per le aziende globali.

dopo la navigazione

Lascia un commento