Mercoledì la Corte Suprema del Messico ha deciso di depenalizzare l’aborto in tutto il Paese, ponendo fine a un processo durato due anni dalla prima decisione di revocare le restrizioni all’aborto negli stati settentrionali del Paese. .

Nel 2021, la Corte Suprema del Messico si è pronunciata sulla criminalizzazione dell’aborto nello stato di Coahuila, stabilendo che la criminalizzazione dell’aborto nel paese è incostituzionale e comporta una pena detentiva massima di tre anni. Era stato previsto da chi ha eseguito la procedura. procedura.

In precedenza, la legalità dell’aborto in Messico variava da stato a stato. La settimana scorsa, Aguascalientes è diventato il 12° stato del Messico a depenalizzare l’aborto, ma una recente sentenza della Corte Suprema impone a tutti gli stati del paese di seguire le stesse linee guida.

Gazeta do Povo Convinzione: salvare la vita dalla gravidanza

La decisione di mercoledì consentirà alle donne di interrompere una gravidanza fino a 12 settimane senza ripercussioni legali.

La capitale del paese, Città del Messico, è diventata la prima unità federale del Messico a depenalizzare l’aborto 15 anni fa.

D’ora in poi le donne e gli operatori sanitari che vorranno interrompere una gravidanza non saranno penalizzati se lo faranno entro il termine comunicato. Inoltre, il Servizio Sanitario Pubblico Federale e tutte le agenzie sanitarie federali devono seguire l’ordine della Corte Suprema di fornire aborti a coloro che desiderano continuare.

Anche il reato di aborto è stato cancellato dal codice penale federale.

dopo la navigazione

Lascia un commento