Fran Brodich una volta era un grande talento nell’accademia della Dynamo. Dopo aver collezionato solo sette presenze in prima squadra e essersi mostrato promettente per il futuro, si è trasferito al Club Brugge nel settembre 2014 ed è stato ingaggiato dal Dynamo Gardens. Tuttavia, nove anni dopo, dopo una deviazione, è tornato al suo club.

Come sappiamo, il calciatore del Varazdin ha concordato tutto con i campioni croati e pagherà per questo circa 500mila euro. Ha avuto diverse offerte dall’estero ed era voluto dall’Osijek, ma alla fine ha scelto di tornare al Maksimir, dove non ha mai giocato in prima squadra. Non ha però intenzione di rinforzare i Blues a breve e resterà in prestito al Varazdin prima di approdare in inverno alla squadra di Sergei Yakirovic.

Brodich ha solo 26 anni e il suo ritorno alla Dynamo è stato piuttosto movimentato. Qualcosa è andato storto in Belgio ed è iniziato il suo forte declino. Ha provato a rimontare nella seconda divisione italiana, ma non è riuscito.

Rendendosi conto di non avere nulla da perdere, è tornato in Croazia tre anni fa e ha firmato per la squadra di seconda divisione del Kustosija. Dopo alcuni anni persi in Belgio, lentamente sono tornato, ho riacquistato fiducia e ho iniziato a vedere i miei obiettivi, quindi nel gennaio 2022 mi sono diretto a Gorica. Lì non ho giocato troppo e ho colto l’occasione a Varaždin. La sua rinascita iniziò anche nelle città barocche. Alla fine ha mostrato la brillantezza della sua giovinezza, quando era uno dei giocatori più talentuosi dell’accademia della Dynamo.

La scorsa stagione ha segnato 12 gol in 34 presenze e questa stagione fa ancora meglio. Ha subito 6 gol in 6 partite ed è stato il capocannoniere del campionato. È rinato a Varaždin, giocando il miglior calcio della sua carriera e i Blues non hanno voluto perdere l’occasione di riportarlo in casa.

Brodych è il terzo acquisto della Dynamo negli ultimi due giorni dopo l’acquisto da parte del club di Joaquin Sosa e Tibor Halilovic, ma non dovrebbe essere l’ultimo. Vogliono recuperare Arijan Ademi, che è fuori dalla conferenza dopo la scadenza della firma, ma a lui non dispiace.

Vuole tornare nella sua casa blu, ma il suo datore di lavoro cinese vuole rendere le trattative il più difficili possibile ed estrarre quanto più denaro possibile. La Dinamo rivuole il capitano a tutti i costi e i soldi non sono importanti, ma è difficile mettersi d’accordo con una rivale che dopo diverse ore non accetta l’offerta. In ogni caso i campioni croati dovranno sbrigarsi visto che il mercato chiude venerdì a mezzanotte.

Lascia un commento