Pisson (Italia) – Col passare del tempo svanisce l’ultima speranza.

Kiara, 20 anni, non è scomparsa da quasi una settimana. Una giovane donna di Ratisbona è caduta nel famoso lago d’Iseo venerdì notte di una settimana fa. Viaggiava con la sorella e altri quattro tedeschi su un motoscafo noleggiato. I media italiani hanno riferito che tutti stavano bevendo una birra o due e divertendosi.

Ma poi accadde il dramma. Un amico, 23 anni, ha preso il volante del motoscafo da 200 cavalli e ha accelerato così tanto che Kiara ha perso l’equilibrio ed è stata sbalzata dalla barca. La polizia ha detto che è caduto in un lago vicino alla città di Pissonne ed è annegato. È indagato il 23enne che sarebbe stato ritrovato al volante.

Una grande squadra di soccorso cerca Kiara scomparsa

Nella foto: Vigili del Fuoco

Incredibile: Secondo i media italiani, i giovani (ad eccezione dell’effettivo conducente della barca) erano così ubriachi che inizialmente non si erano accorti della situazione in cui era in pericolo la vita di Chiara. Non hanno chiamato immediatamente la squadra di soccorso in acqua e sono tornati al campeggio a terra.

Mezz’ora dopo hanno potuto chiamare i soccorsi. Ma inizialmente i servizi di emergenza non sapevano esattamente cosa fosse successo o dove cercare nel quarto lago più grande d’Italia. I media italiani hanno riferito che la squadra era ubriaca e incapace di fornire una dichiarazione chiara su quanto accaduto e, soprattutto, dove Chiara potrebbe essere caduta nel Lago d’Iseo.

È stato possibile restringere l’area di ricerca solo valutando i dati GPS mobili dei viaggiatori. Nonostante le intense ricerche, di Chiara non è stata ancora trovata alcuna traccia. La profondità massima del lago nel luogo dell’incidente è di 300 metri.

Il sindaco di Pissonne, Federico Raini, ha detto all’ARD Roma Studios che le indagini andranno avanti per almeno una settimana. È ragionevole”. I genitori della scomparsa sono arrivati ​​a Pison e sono sotto shock insieme alla sorella e agli amici.

Lascia un commento