Ivan Kurjak ha partecipato alla competizione di coppa di ginnastica del suo paese, classificandosi terzo nella classifica generale.

Il ginnasta russo Ivan Kurzhak è tornato nell’arena dopo essere stato squalificato per aver mostrato il suo sostegno alla guerra di aggressione indossando una “Z” sul petto, secondo il sito web Russian Sports 24.

Kurdjak, 21 anni, è apparsa in una tuta arancione con una “Z” sul petto alla cerimonia di premiazione della Coppa del Mondo a Doha lo scorso marzo.

La Federazione Internazionale di Ginnastica (FIG) gli ha comminato un anno di squalifica lo scorso maggio e la coppa nazionale di fine settembre-ottobre sarà la prima per Kurdzak da allora, secondo Sport24. Ha partecipato pienamente a 6 partite.

Secondo Sport24, Krjak ha detto: “Penso che questa storia mi abbia reso più forte mentalmente e fisicamente”.

“Ho avuto molto sostegno. So che ci sono tante persone dietro di me, anche se non possono essere tutte qui.”

Krujak è arrivato terzo in sei gare. Daniel Marinov ha tenuto a bada Sergey Naidinia per vincere la partita.

Il quotidiano russo Sports Express ha riferito che Kurdzak ha nel mirino anche le Olimpiadi di Parigi. La partecipazione di russi e bielorussi ai Giochi olimpici è ancora incerta.

La Federazione internazionale di ginnastica ha annunciato a luglio che alle ginnaste russe e bielorusse sarebbe stato permesso di tornare alle Olimpiadi come atleti neutrali.

Se si qualificano, potranno competere nelle competizioni FIG dal 1° gennaio 2024.

dopo la navigazione

Lascia un commento