La Romania, membro della NATO, sta valutando la possibilità di evacuare i residenti dalla città di confine di Pleuro, pochi giorni dopo che le autorità locali hanno ammesso che parti di un drone russo sono cadute sul territorio della città. I funzionari si sono incontrati con il ministro della Difesa ucraino e hanno consigliato ai residenti di Pleuro, situata a 300 metri dal porto del Danubio, nella regione di Odessa, nell’Ucraina meridionale, di evacuare.

L’Ucraina ha annunciato che un drone di fabbricazione iraniana è esploso sul suolo rumeno durante un attacco russo al porto ucraino di Izmail, ma la Romania inizialmente ha negato che ciò fosse realmente accaduto.

Attualmente, il sindaco della città sta aiutando coloro che desiderano evacuare volontariamente la città di confine a causa dei regolari attacchi della Russia al paese vicino. “Questi residenti dovrebbero avere le stesse condizioni dei rifugiati ucraini, compreso vitto e alloggio”. e alcuni chiesero aiuto atterrando molto vicino a Palau. La NATO ha affermato di essere solidale con la Romania.

Nel frattempo, continuano gli attacchi missilistici su larga scala della Russia in Ucraina, con l’artiglieria pesante che questa settimana ha bombardato un mercato nella città di Kostiantyniivka, nella regione di Donetsk, uccidendo almeno 17 persone e ferendone altre 32. Almeno una persona è stata uccisa e altre nove sono rimaste ferite in un attacco missilistico russo sulla città di Krivey Rig, nella regione di Dnipropetrovsk.

dopo la navigazione

Lascia un commento