Danny Masterson è stato condannato a 30 anni di prigione per aver violentato due donne

L’attore americano si è fatto un nome con la sitcom “The Wild Seventies”, apparendo in circa 200 episodi insieme ad Ashton Kutcher e Mila Kunis.

Il giudice Charlaine Olmedo ha annunciato giovedì il verdetto. Alla fine di maggio, il 47enne è stato dichiarato colpevole da una giuria a Los Angeles, in California. Dodici uomini e donne hanno emesso verdetti unanimi in entrambi i casi. Nel caso di una possibile terza vittima, Masterson non è stato punito perché la giuria non ha potuto essere d’accordo.

quello che è successo?

Nel 2003, al culmine del suo successo, la star della sitcom attirò le vittime Jen B. Trout e N. Trout nella sua casa vicino a Hollywood. Allora ha messo qualcosa nei drink delle donne, le ha drogate e aggredite.

In tribunale, gli abusati hanno parlato della loro sofferenza. N Trout ha descritto Danny Masterson come qualcuno a cui piace “ferire le donne”. Quando l’ha violentata, era così duro che lei ha dovuto vomitare e implorarlo di usare il preservativo.

Il signor Masterson, come entrambi i querelanti, è un membro di Scientology. La comunità religiosa, spesso criticata, ha risposto con un comunicato definendo le dichiarazioni delle donne “ripetutamente false”, secondo quanto riportato dai media statunitensi. Già durante il processo si tentò di presentare l’accusa come una vera campagna contro Scientology.

Danny Masterson, su cui le autorità indagano dal 2017, ha sempre negato le accuse e ha affermato che il sesso era consensuale. L’attore non ha testimoniato in tribunale, né il suo avvocato lo ha chiamato al banco dei testimoni.

“In un modo o nell’altro, dovrai fare i conti con le tue azioni passate e le loro conseguenze”, ha detto il giudice Charlaine Olmedo alla star corrotta.

Lascia un commento