Mustafa Suleiman, ex dirigente di Google ed esperto di intelligenza artificiale, ha affermato che l’uso improprio dell’intelligenza artificiale potrebbe portare alla creazione di virus sintetici, che potrebbero causare pandemie.

Mustafa Suleiman, cofondatore di Google DeepMind, ha espresso preoccupazione per il fatto che l’uso dell’intelligenza artificiale per manipolare gli agenti patogeni per renderli più dannosi potrebbe portare a scenari simili a quelli pandemici.

Secondo Boss World, in un recente episodio del podcast, ha affermato: “Lo scenario più oscuro è che le persone sperimentino agenti patogeni, agenti patogeni sintetici che sono stati creati accidentalmente o intenzionalmente, che potrebbero essere più contagiosi o mortali. Dare accesso a chiunque. Intelligenza artificiale “Dobbiamo limitare chi può utilizzare software, sistemi cloud e persino alcuni materiali biologici”, ha affermato.

Suleiman ha affermato che verranno messe in atto restrizioni per limitare l’accesso alle tecnologie avanzate di intelligenza artificiale e al software che gestisce tali modelli, proprio come vengono messe in atto restrizioni per impedire alle persone di avere un facile accesso ad agenti patogeni come l’antrace. Ho chiesto.

dopo la navigazione

Lascia un commento