In quanto difensore centrale, Marc Kemp sa naturalmente quanto sia importante il tempismo nel calcio. In ogni caso, se l’aveva dimenticato, gli ultimi giorni glielo avevano riportato vividamente alla mente. E nel modo più doloroso.

L’app Daily Mirror fornisce le ultime notizie, informazioni e analisi direttamente sul tuo smartphone. Anche giornali digitali. Scaricalo qui gratuitamente.

Hertha BSC-1.FC Magdeburg ha invece perso 4:6, ma la partita ha lasciato un’impressione generale deludente, in parte perché Kemp non si è trovato al posto giusto al momento giusto. D’altronde, poco prima della partita, c’era ancora la possibilità di una partenza improvvisa dal club di seconda divisione di Berlino. Kemp voleva andarsene, ma Herta non glielo permetteva.

Ci stai pensando da molto tempo, ha detto lunedì l’allenatore Pal Dardai. Ma alla fine, il periodo di trasferimento è stato troppo breve per ingaggiare un difensore sostitutivo. “Allora non puoi correre rischi”, disse l’ungherese. “Abbiamo preso una decisione. La catena rimarrà.”

Toni Leissner e Merton Dardai feriti

Dal punto di vista dell’allenatore, questo era per una buona ragione. Kemp e Toni Leisner, invece, fungerebbero da coppia difensiva centrale. D’altra parte, la squadra ha un solo terzino sinistro, l’ultimo necessario nel centrocampo difensivo, a parte Merton Dardey.

La cautela dell’Hertha è stata giustificata lunedì, quando la squadra ha ripreso ad allenarsi per la prima volta dopo la sconfitta di Magdeburgo. Assenti anche Marton Darday e Toni Leissner, insieme ad alcuni giocatori senior e internazionali.

Dardai ha avuto problemi al ginocchio nelle ultime settimane e ultimamente ha giocato solo con dolori. La Federcalcio tedesca aveva già annunciato venerdì che il 21enne non era stato nominato per due prossime nazionali U21 a causa di un infortunio. Sabato Dardei ha esordito con la maglia dell’Hertha a Magdeburgo.

Non sarebbe dovuto succedere nulla, ha detto suo padre e allenatore Pal Dardai, ma ha detto che la raccomandazione medica era di rimuovere completamente il difensore dall’allenamento per consentirgli di recuperare completamente dall’infortunio. La sosta per le Nazionali arriverà al momento giusto.

Nel frattempo, il nuovo capitano dell’Hertha Toni Leistner ha delle tensioni. Si stima che gli verranno concessi dai sette ai dieci giorni liberi. Se tutto andrà bene, Leishner potrebbe tornare in campo domenica prossima in casa contro l’Eintracht Braunschweig.

“Penso che funzionerà”, ha detto Dardai. “Lo spero.” Ma lo è anche Leistner. È meglio recuperare adeguatamente da un infortunio piuttosto che avere più licenziamenti.

Sono felice che sia qui. E’ un giocatore molto importante per noi.

L’allenatore dell’Hertha Pal Dardai per Mark Kempf

Indipendentemente da come si evolverà la situazione per i due difensori infortunati, una cosa è chiara: anche se Marc Kempf sembrava sorprendentemente malato sabato contro il Magdeburgo, l’Hertha è ancora in buona forma, questo è un must.

L’interpretazione che la sua scarsa prestazione avesse a che fare con le scarse palle perse era chiara e Darday lo confermò nel dopo partita.

‘Analisi e lavoro’ all’Hertha BSC Pal Dardai reagisce allo spettacolo di Magdeburgo In ogni partita simile a un derby, Toni Leitner ha molto rispetto all’Hertha BSC ‘L’attacco è buono’, ma in difesa è spazzatura”. L’Hertha BSC perde 4:6, quattro volte in vantaggio in FCM e FCM

Lo stesso Kemp ha chiesto un cambiamento un’ora dopo. Dalday gli ha dato il cinque sulla linea laterale e il difensore dell’Hertha si è tolto la maglietta ed è scomparso nello spogliatoio invece di sedersi in panchina come al solito per il resto della partita.

Sui social media sono state poi mosse accuse secondo cui la prestazione di Kemp era dovuta a una mancanza di identità nei confronti dell’Hertha. Pal Dardai si oppose tacitamente a tali casi. “Sono felice di averlo qui. È un giocatore molto importante per noi”, ha detto l’allenatore dell’Hertha. “E un bambino onesto. Lo stiamo costruendo. Abbiamo bisogno di lui.”

Lascia un commento