Un team di scienziati dell’Istituto Weizmann è riuscito a creare un embrione “modello” da cellule staminali coltivate in laboratorio per 14 giorni. I ricercatori hanno descritto il loro lavoro in un articolo pubblicato il 6 settembre su Nature. Questo è il terzo lavoro di uno scienziato sul tema dell’ottenimento di embrioni “senza fecondazione”.

Un “modello” di un embrione contiene tutti i componenti e i sistemi che un embrione dovrebbe avere in questo momento, inclusa la placenta, la placenta, il sacco amniotico e altri elementi necessari per il normale sviluppo dell’embrione.

Il professor Yaakov Hanna, capo del gruppo di ricerca, ha affermato in un’intervista sul sito web di Mako che il 14° giorno dopo la nascita è uno dei periodi più critici nello sviluppo fetale, poiché la formazione degli organi inizia dopo il 14° giorno di vita. UN.

I ricercatori chiamano l’embrione risultante un “modello” perché l’ingegneria genetica ha rimosso un gene dall’embrione. Il “modello” non ha cuore né cervello. Gli organismi che si sviluppano da questo embrione non sentono dolore e non diventano umani.

La questione dello sviluppo dell’embrione artificiale affronta molte questioni etiche. Il professor Yaakov Khanna ritiene che ciò avvenga in ogni attività scientifica. Ad esempio, la fisica nucleare, importante per lo studio degli atomi, ha portato alla creazione delle bombe atomiche. La virologia che ha contribuito a combattere l’epidemia di coronavirus non può essere bandita perché qualcuno potrebbe creare un nuovo virus. I ricercatori devono affrontare una questione più difficile, dice. Quindi, il risultato finale giustifica i rischi morali ed etici? Yakov Hannah ha detto a “Mako” di aver consultato rabbini e altri religiosi, ma tutto “È sicuro che gli esseri sviluppati da “modelli” non siano considerati esseri umani.

In futuro, “modelli” embrionali potrebbero essere utilizzati per testare nuovi farmaci. Ad esempio, se hai bisogno di vedere come i farmaci che la madre assume influenzano il feto. Gli scienziati avranno l’opportunità di studiare in modo più approfondito varie mutazioni genetiche.

Lascia un commento