Toni Nadal (62) colpisce!

Come zio ed ex allenatore della superstar del tennis Rafael Nadal (37/22 Grande Slam), prevede la dura generazione del tennis di oggi e prende decisioni difficili.

“Il livello dei migliori giocatori è deludente, ad eccezione di Carlos Alcaraz e Novak Djokovic”, ha scritto in un articolo per il quotidiano spagnolo El Pais.

Alcaraz, lo spagnolo, ha vinto il suo primo titolo del Grande Slam agli US Open dello scorso anno, diventando il giocatore più giovane nella storia del tennis e all’epoca numero uno del mondo.

per favore leggi anche

Nadal continua: “Una volta le stelle erano più competitive. I migliori tennisti di qualche anno fa erano migliori dei tennisti di oggi”.

Lo zio Tony nomina anche alcune celebrità. “Senza dubbio Nadal batterà Medvedev. Murray batterà Zverev, Wawrinka batterà Rudd.”

Inoltre, Juan Martin del Potro (34) batterà il russo Andrei Rublev (25/n. 8 del mondo) e David Ferrer (41) batterà il giovane danese Holger Lunn (20/n. 4 del mondo).

Basa la sua critica sul fatto che “la velocità dei giochi di oggi significa che è facile commettere errori e perdersi nel flusso”.

Ciò rende molto più difficile “giocare bene in vari tornei” e “troppe perdite incredibili”. Questi sono tutti i principali fattori che aumentano l’instabilità per il multiplayer.

Il campione del Grande Slam da record Novak Djokovic (23 vittorie su 37) non è escluso.

“Il Djokovic di oggi è molto peggiore del Djokovic di cinque o dieci anni fa”, ha scritto Nadal del giocatore serbo.

Djokovic ha appena battuto un record incredibile. È la 47esima (!) volta che raggiunge le semifinali dei tornei del Grande Slam. Nessuno lo aveva fatto prima di lui. È anche il semifinalista più anziano degli US Open dai tempi di Jimmy Connors (allora 39enne) 32 anni fa.

Fino al 2017, Toni Nadal ha allenato suo nipote Rafael nell’ATP Tour e lo ha accompagnato a tre dei quattro titoli US Open di Rafa durante la loro partnership.

Lascia un commento