La cattedrale di Santa Sofia a Kiev è, secondo l’UNESCO, “uno dei monumenti più importanti che rappresentano l’architettura ucraina e l’arte monumentale dell’inizio dell’XI secolo”.Rubretschko/Wikimedia Commons

Il Comitato per il Patrimonio Mondiale, che si riunirà a Riad dal 10 al 25 settembre, deciderà “probabilmente” di aggiungere alla sua lista la Basilica di Santa Sofia e altri edifici monastici a rischio di distruzione.

A causa dell’invasione russa dell’Ucraina, la cattedrale di Santa Sofia e gli edifici del monastero di Kiev verranno aggiunti alla lista dei Patrimoni dell’umanità in pericolo a metà settembre, così come il centro storico di Lviv (ovest), si legge martedì. L’ho imparato dall’UNESCO. .

“Questi siti sono minacciati di distruzione. Ci sono stati attacchi nella zona cuscinetto di questi monumenti e non si sa cosa accadrà in futuro”, ha detto all’AFP Lazare, patrimonio dell’umanità, in un’intervista presso la sede dell’agenzia delle Nazioni Unite. a Parigi. Il direttore Eroundu ha spiegato: Il Comitato per il Patrimonio Mondiale, che si riunirà a Riyadh dal 10 al 25 settembre, “probabilmente” prenderà questa decisione “sulla base del parere di esperti”, ma entrambi i siti presentano “un pericolo comprovato”. Siamo in una situazione. “, Lui continuò. Le rovine di Kiev e Lviv sono state aggiunte all’elenco dei siti Patrimonio dell’Umanità a rischio per il centro di Odessa, dove diversi edifici sono stati distrutti da un “brutale attacco russo” a fine luglio. L’UNESCO lo denuncia come tale. All’inizio di luglio è stato bombardato anche un “monumento storico” a Leopoli, all’epoca, secondo l’UNESCO, il “primo” attacco dall’inizio del conflitto in un’area protetta dalla Convenzione del Patrimonio Mondiale, e quindi la prima “violazione” . . Il documento, secondo l’agenzia delle Nazioni Unite, è stato firmato anche dalla Russia.

L’UNESCO ha registrato 270 danni ai siti culturali ucraini dall’inizio dell’invasione russa il 24 febbraio 2022. La Cattedrale di Santa Sofia nel centro storico di Kiev è “uno dei principali monumenti che rappresentano l’architettura e l’arte monumentale del primo XI secolo”. Secondo l’UNESCO, l’Ucraina ha 100 anni. Insieme al Monastero di Kiev-Pechersk (Monastero ortodosso, ndr), è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità nel 1990. Si tratta di un “complesso edilizio di edifici monastici” fondato nello stesso periodo e situato su un altopiano affacciato sul Dnepr. . Il centro storico di Leopoli, fondato nel Medioevo, è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità nel 1996.

dopo la navigazione

Lascia un commento