Almeno 49 civili sono stati uccisi in attacchi da parte di militanti islamici nel nord-est del Mali, riferisce la BBC, secondo il governo ad interim.

Secondo quanto riferito, avrebbero anche ucciso 15 soldati in un attacco a un campo e avrebbero ucciso circa 50 militanti.

Il governo ha dichiarato tre giorni di lutto nazionale.

La minaccia islamista sta crescendo nonostante le affermazioni militari secondo cui i mercenari russi del gruppo Wagner stanno cambiando le sorti delle operazioni.

La città settentrionale di Timbuktu è stata bloccata dalla fine del mese scorso e recentemente si sono verificati diversi attacchi ai trasporti pubblici.

La BBC ha affermato di non essere in grado di verificare in modo indipendente l’ultimo rapporto del governo letto dalla televisione di stato.

Lascia un commento