Luka Modric ha collezionato la sua 167esima presenza con la Croazia nella vittoria per 5-0 sulla Lettonia a Rujevica. Dopo aver giocato per un’ora e riposato le gambe per la partita successiva, lunedì si è recato in Armenia per continuare le qualificazioni agli Europei. Sabato circa 8.000 fan si sono presentati per festeggiare il suo 38esimo compleanno.

– Siamo entrati molto bene fin dall’inizio e su questo eravamo d’accordo. Questi giochi sono complessi e talvolta possono essere difficili da padroneggiare, ma oggi non era così. È iniziata con un gran gol di Petkovic su punizione e noi abbiamo tenuto il ritmo. Avremmo potuto segnare di più, ma il 5-0 è sufficiente e possiamo prepararci per la prossima partita, ha detto Modric a Nova TV.

Dopo la vittoria sul Galles, l’Armenia ha preso due punti pareggiando 1-1 contro la Turchia a Essehir e ora attende la partita contro la Croazia.

– Abbiamo giocato un’amichevole contro l’Armenia prima dell’Euro e loro hanno dimostrato di essere una squadra combattiva. Il risultato in Turchia dimostra che è una squadra difficile, con sette punti. Dobbiamo essere seri e credere che torneremo con tre punti – dice Modric.

È uno dei candidati al Pallone d’Oro del France Football di quest’anno, insieme a Jozocco Guardiola e Dominik Livakovic.

– Sono felice di essere nella rosa dei candidati, sono felice anche per Joshko, se lo è meritato nelle partite, nei trasferimenti e tutto il resto. Sono contento anche per Livio, che ha fatto una stagione incredibile. Modric ha detto che è fantastico per il calcio croato avere il giocatore nella lista.

Dopo la sconfitta ai rigori contro la Spagna nella finale della Società delle Nazioni, ha detto che non era il momento giusto per parlare del suo futuro e non ha annunciato se sarebbe rimasto con la Nazionale, ma a quel punto aveva già deciso .

-Non avevo dubbi. Non volevo che diventasse un problema eccessivo e disturbasse la quiete della Nazionale, ma volevo continuare. Sapevo che avremmo potuto vincere la Nations League, quindi ho pensato che questo avrebbe reso la decisione più facile. Comunque già prima avevo deciso che volevo continuare. L’ho detto cento volte, mi sento bene, il mister mi vuole qui e se è così perché non dovrei esserci? Vedremo quanto resisterò – ha detto Modric, concludendo:

– Euro in Germania? Il piano è questo, ma a questa età è difficile fare progetti a lungo termine, quindi devo ascoltare il mio corpo e pensare a quanto posso contribuire alla Nazionale, giorno dopo giorno, partita dopo partita. Bisogno di andare . Vediamo se cambia qualcosa, spero di no, spero di avere ancora la voglia e la volontà, la mia salute c’è…

Lascia un commento