Luka, resta lì, è tua madre! 35.000 tifosi croati hanno cantato per il 37enne Luka Modric al 10° minuto della finale della Nations League in Olanda.

Allenamento della Nazionale Croata a Lujevica

All’epoca c’era un grande punto interrogativo sul futuro del capitano, sia nel club che in Nazionale. Modric ha negoziato un nuovo contratto con il Real, ma non era chiaro se sarebbe rimasto con la nazionale dopo la Nations League.

Nonostante ciò, Modric ha firmato un nuovo contratto di un anno con il Real e ha portato la Nazionale all’ennesima vittoria. Modric avrà la sua prima possibilità a Euro 2024 l’8 settembre quando affronterà la Lettonia a Ržjejvica nel terzo turno preliminare. Modric ha spiegato a Sportske novosti che non prenderà alcuna decisione a lungo termine sul futuro della sua carriera. , ma vivi giorno per giorno.

– Credo che si sia già capito che non ho un atteggiamento a lungo termine, perché alla mia età non ha senso. Sono concentrato sul presente. Vado partita per partita una volta al giorno e ascolto la mia situazione e il mio contributo alla squadra. Se ritieni di essere alla pari e di poter ancora fare la differenza, allora sono pronto.

Sabato festeggia il suo 38esimo compleanno, ma sfida l’età…

– Non puoi influenzare una storia sull’età o sul passare del tempo, ma puoi essere preparato o sapere come ti senti. E sono molto felice di essere nella squadra nazionale. Quindi non c’è nessun annuncio. Se ne hai voglia, puoi restare lì per un anno o due e dopo tre mesi senti che i tempi sono maturi. Così fanno i vecchi (ride) – ha scherzato Modric.

Modric aveva un ottimo rapporto con l’allenatore Zlatko Dalic, che voleva che restasse con la nazionale.

– Ho parlato di questo argomento in passato con il mio allenatore. Dalic ha espresso il forte desiderio di restare in Nazionale. Anche le mie ambizioni andavano in quella direzione, ma sono un giocatore e posso sempre essere soggettivo se la Nazionale ha bisogno di me o se sono un peso. Non voglio vivere un solo sogno se ho un surplus di esperienza. Durante la conversazione io e l’allenatore siamo stati assolutamente chiari e abbiamo deciso di andare oltre per qualificarci all’EP con l’idea di giocare in Germania. Modric ha ammesso di essere di pessimo umore dopo la sconfitta contro la Spagna e di non aver sentito che la sua posizione fosse stata menzionata in nessun dibattito o nei media.

Lascia un commento