Hrvoje Popovic, 27 anni, residente a Fort’Opuzen, non ha esitato un secondo a decidere cosa fare con il portafoglio pieno di soldi che ha trovato mercoledì davanti all’Hotel Merlot a Fort’Opus.

– Ero fuori per un caffè e mi è capitato di trovarmi lì. Ho notato due uomini che cercavano di raggiungere le loro auto nel parcheggio dall’altra parte della strada rispetto all’hotel, quindi sono salito in macchina e me ne sono andato senza pensare. In quel momento si vide cadere una borsa nera dall’auto, ma loro continuarono a guidare – ha ricordato Hrvoje. Si reca al parcheggio, raccoglie una borsa per terra, la apre e trova i documenti che lo aiuteranno a ritrovare il proprietario.

– Il portafoglio conteneva carte, documenti, un portafoglio e circa 1.300-1.400 euro in contanti. In quel momento mi è venuto in mente che avrei dovuto contattare il proprietario, ma non ho pensato ad altro. Perché, come si dice qui, “è così che le mamme ci hanno fatto ingrassare”, onesto signor Hluvodzhe.

Tutto è successo velocemente e la gente è tornata velocemente al parcheggio.

– Ho detto loro scherzosamente: “Ehi, ragazzi, ne avete ancora un po’.” E mi hanno guardato in modo strano e hanno pensato che stessi scherzando. Poi un altro collega ha cominciato a convincermi a dargli un premio e a onorarlo. Ho rifiutato e scherzosamente ho detto: “Parger, ti devo tre punti per il Derby (Hajduk Dinamo)”, ha scherzato Hrvoge.

Poi hanno parlato ancora per qualche minuto, conoscendosi, stringendosi la mano e salutandosi.

– Mi hanno chiesto il mio nome e il mio luogo di origine, si sono scambiati i dati di contatto e hanno accettato di offrirmi la cena quando sarò a Zagabria – Hrvoje è felice, perché chi incontrare, chi incontrare Perché non capisco. Il giorno in cui la conoscenza si trasforma in amicizia.

Abbiamo appreso tutta la storia quando abbiamo sentito persone che erano entusiaste e sorprese dalle azioni di Hrvoj e volevano lodarlo nei media.

– Tutto è successo velocemente. Non so nemmeno come ho fatto. Ho parlato al cellulare, ho lasciato il portafoglio sul tetto della macchina e sono andato via. Mi sono fermato in una vicina stazione di servizio INA per fare rifornimento. Poi mi sono accorto che non avevo il portafoglio e sono scoppiato a sudare freddo. Dentro c’erano soldi un po’ più alti dello stipendio medio, carte aziendali e ufficiali, portafogli e documenti aziendali – uno degli zagabresi mi ha raccontato la sua esperienza durante un viaggio d’affari dalla valle della Neretva. Ho detto loro.

Dopo aver terminato l’incontro con il cliente davanti all’Hotel Merlot, i due zagabresi si sono diretti a Zagabria. Ma poi si sono resi conto che non avevano soldi e documenti nei portafogli. Quando sono tornato in albergo, sono stato avvicinato da un giovane.

– Signori, vi sono rimasti pochi soldi – ci ha detto, e ce lo hanno detto i ragazzi.

– Abbiamo provato a convincerlo a portarci qualcosa, ma non ha voluto ascoltarci. Tutto quello che sappiamo è che provengono da Opzen – ci è stato detto.

– Quando gli abbiamo chiesto come ci avrebbe ripagato, ha risposto lapidario: “Certo, tre punti nel derby bastano”. – Loro hanno riso.

Hanno chiamato il loro capo e gli hanno raccontato tutto.

“Abbiamo concordato di inviargli una lettera di ringraziamento e un regalo a nome dell’azienda”, hanno aggiunto.

Non è la prima volta che Hrvoje trova i soldi e li restituisce al proprietario.

– Nel 2017 sono arrivato al bancomat nel cuore della notte e c’erano 4.000 kune. Ho ricevuto il denaro e ho trovato una conferma, un avviso di pagamento – ricorda Hrvoje. Ha informato un portale locale del ritrovamento di una certa somma di denaro e ha iniziato a cercare il proprietario.

– Sono riuscito a contattare il proprietario del denaro tramite la conferma del pagamento e l’app di mobile banking, quindi l’ho chiamato. Il proprietario è rimasto sorpreso. Abbiamo deciso di incontrarci e abbiamo fatto tutto. E mi ha lasciato una ricompensa in denaro in segno di gratitudine, ha detto Hrvoje.

Lascia un commento