Neymar, che è stato fuori dalla squadra del Brasile per più di 270 giorni, ha dichiarato: In una conferenza stampa questo giovedì (7), il fuoriclasse ha parlato candidamente della sua forma fisica dopo un lungo periodo di assenza per infortunio e ha ammesso che non è stato in grado di unirsi la squadra nazionale. IL. .

I problemi fisici del 2023 sono iniziati a febbraio. L’attaccante, ancora al PSG, ha riportato un problema alla caviglia destra dopo essere stato placcato durante la partita. Dopo test e tentativi di trattamento convenzionale, l’atleta ha dovuto sottoporsi a un intervento chirurgico ed è rimasto fermo per più di cinque mesi.

Il brasiliano sta già affrontando un problema al tendine del ginocchio della gamba destra nel suo nuovo club, l’Al Hilal, e l’allenatore dell’Arabia Saudita Jorge Jesus ha detto in una conferenza stampa come sarebbe stato convocato il giocatore infortunato. Ho commentato che non capiva. la sua squadra. Questo giovedì Neymar ha fatto di tutto per spiegare che è pronto per la partita.

“Non ricordo cosa disse (Jorge) Jesus. Ma penso che lo abbia detto per proteggere il giocatore. Ovviamente è in buona forma ed è stato chiamato così (dopo l’infortunio). Non è la prima volta. Era pronto per giocare la sua ultima partita con l’Al Hilal, ma nell’ultimo allenamento prima della partita si è procurato un livido e ha dovuto essere salvato da Jesus per poter giocare per la nazionale”. ha spiegato Neymar parlando della sua partita. problema fisico.

Neymar ha giocato l’ultima volta per il Brasile nei quarti di finale della Coppa del Mondo del Qatar contro la Croazia. Sono passati più di 270 giorni dalla sconfitta ai rigori e Neymar ha vissuto tanti momenti diversi. Dopo aver fallito nel vincere un titolo mondiale per la terza volta nella sua carriera, la stella brasiliana ha ammesso di aver preso in considerazione l’idea di non giocare più per il club. Tuttavia, l’autore del reato ha spiegato che questo desiderio lo ha colpito così duramente che tornare indietro era la sua unica opzione.

“Sei già uscito di casa? Te lo sei perso? Anche io. So che i miei 13 anni con la Nazionale un giorno finiranno. In quel momento (quando ho detto che non sarei tornata), ho pensato di sì. Non gioco. Mi sono sentito mancato e mi sono reso disponibile. Dopo molte pressioni da parte della famiglia e degli amici, volevo tornare, restare qui e riprovare. Sono qui perché voglio giocare la Coppa del Mondo. Ho capito con loro (familiari e amici) che con questa scelta vale la pena essere qui”, ha spiegato direttamente il giocatore.

Il ritorno di Neymar avverrebbe in uno scenario diverso. Dopo la sconfitta contro la Croazia, Tite è stato rimosso dall’allenatore della squadra. Nel 2023, il giocatore si è infortunato alla caviglia mentre giocava per il PSG e ha dovuto sottoporsi a un intervento chirurgico, che lo ha tenuto fuori dai giochi per oltre cinque mesi. Nel frattempo, il Brasile ha avuto il tecnico ad interim Ramon Menezes per le amichevoli, mentre Fernando Diniz ha assunto la guida della nazionale per il prossimo anno. Parlando della collaborazione con il nuovo allenatore del Brasile, il giocatore è stato sincero e ha sottolineato le cose che lo distinguono.

“Penso che il lavoro di Diniz sia completamente diverso da qualsiasi cosa abbia mai visto. La maggior parte degli allenatori che ho allenato erano ragazzi simili e sostanzialmente facevano la stessa cosa. vuole riscoprire il calcio. Quando ho parlato con Marquinhos e Casemiro, mi ha chiesto cosa gli piaceva dell’allenamento e ha detto che era molto diverso”, ha detto Neymar dopo due allenamenti con il nuovo allenatore.

“L’ho conosciuto qualche tempo fa. Sono stato in contatto con lui alcune volte. Ma lui è una persona completamente diversa perché ha a cuore i suoi atleti fuori dal campo. Ha detto molte volte che gli importa se è felice o no perché siamo felici di esibirci in campo. Ha detto che anche se può sembrare che non faccia la differenza in campo, in realtà si preoccupa dei dettagli che fanno la differenza”, ha aggiunto Neymar.

La prima partita di Fernando Diniz e il possibile ritorno dell’attaccante nella nazionale brasiliana si svolgeranno questo venerdì, 8, allo stadio Mangueiran. La squadra brasiliana inizierà la sua partecipazione alle qualificazioni sudamericane contro la Bolivia alle 21:45.

Il campionato saudita è migliore di quello francese?

Neymar ha commentato pubblicamente per la prima volta il suo trasferimento all’Al Hilal. Dopo sei anni al PSG, l’attaccante ha accettato un’offerta da 1 milione di dollari da parte del club saudita e ha firmato un contratto biennale. Alla domanda sul cambio di club, il giocatore ha messo in dubbio la qualità dei tornei nazionali francesi e ha sottolineato il campionato nazionale.

“Vi posso assicurare che il calcio lì è lo stesso. La palla è rotonda, ci sono gol e guardando i nomi dei giocatori non so se è meglio del campionato francese. L’importante è che col cuore intendo, stia bene, sono felice. Lì gli allenamenti sono intensi e la fame di vittoria mia e dei miei compagni è enorme. Quando andai al campionato francese, tutti dicevano la stessa cosa. Sì, è un campionato molto più debole ed è stato quello in cui sono stato colpito più duramente nella mia vita. Voglio davvero vincere il titolo ad Al Hilal,” ha concluso l’atleta.

Lascia un commento