Un recente studio condotto dal dottor James Pfaus, professore di neuroscienze all’Università Carolina di Praga, ha individuato tre tipi di orgasmo: ondulatorio, a valanga e vulcanico.

Ha chiesto a 54 donne di raggiungere l’orgasmo per diversi giorni utilizzando un vibratore che rilevava la forza delle contrazioni del pavimento pelvico.

Esistono poche ricerche su come le donne sperimentano l’orgasmo, ma quel poco che c’è suggerisce che siamo più individuali di quanto pensiamo. È anche possibile che siamo geneticamente programmati per sperimentare l’orgasmo in un certo modo.

Diamo un’occhiata ai diversi tipi di orgasmo e come sperimentarli.

Quasi il 50% delle donne coinvolte nello studio ha sperimentato questo tipo di orgasmo. Questa è una serie di contrazioni o onde continue che vengono rilasciate quando una donna raggiunge l’orgasmo.

Come sperimentarlo:

Forse la chiave per sperimentare i tipi più comuni di orgasmo è concentrarsi sui due fattori più predittivi del loro verificarsi: ripetizione e ritmo.

È fantastico provare diverse tecniche quando sei emozionato, ma quando ti avvicini al tuo obiettivo è importante continuare a fare quello che stai facendo. Se hai bisogno di minuti o secondi per raggiungere l’orgasmo, cambiare la tua tecnica non lo farà accadere. Se vuoi impressionare una donna, il modo per farlo non è mostrare quante tecniche hai padroneggiato. Sa già quando attenersi a ciò che le piace.

Aggiungi spezie:

Prova la tua nuova tecnica per almeno due minuti. Ci vuole tempo perché il nostro corpo reagisca e decida se ci piace qualcosa o no. All’inizio potrebbe essere stimolante, ma la ripetizione si trasformerà in un piacere intenso.

Se preferisci un metodo più lento e vuoi mantenere le cose leggere, passa a una stimolazione più costante e più veloce per un minuto o due qua e là, quindi rallenta di nuovo (sempre durante le prime fasi dell’eccitazione, non al culmine dell’eccitazione). fatemi) dell’orgasmo).

Se stai cercando un grande cambiamento di intensità, prova lo stile di stimolazione opposto a cui sei abituato.

Questo orgasmo inizia con un picco di intensità pre-orgasmica e diminuisce una volta raggiunto il climax. Il 17% delle donne ha sperimentato un orgasmo “fiocco di neve”.

Come sperimentarlo:

Un modo per influenzare il tuo stile di orgasmo è cambiare come e dove stimoli direttamente il tuo clitoride.

L’unica parte visibile del clitoride è la punta. È la zona con la maggiore concentrazione di terminazioni nervose ed è estremamente sensibile al tatto. Il corpo del clitoride è nascosto. Ha due “gambe” che si dividono a metà per formare un arco che corre lungo i lati delle labbra. Contiene anche tessuto erettile, che si espande durante la stimolazione sessuale per aumentare l’umidità e la sensazione.

Per stimolare la parte del clitoride nascosta sotto la pelle è necessaria una pressione più forte e costante. Alcune donne preferiscono raggiungere l’orgasmo stimolando direttamente la punta del clitoride. Alcune persone sperimentano l’orgasmo attraverso la stimolazione indiretta del corpo “interno”.

Ha cambiato idea:

Se sei abituato alla stimolazione immediata…

Evita di accarezzare direttamente sul clitoride e riduci l’intensità. Avvolgi invece i palmi delle mani attorno all’intera vulva e muovila su, giù, sinistra e destra (usando le “labbra” come strumento di attrito). Puoi anche provare ad applicare pressione strofinandolo contro il cuscino o sdraiandoti a pancia in giù.

Invece di usare le dita o i giocattoli sessuali, opta per una simulazione della lingua più delicata. Oppure prova a stimolare la parete anteriore della tua vagina scegliendo una posizione in cui il suo pene può stimolare il tuo “punto G”.

Se sei abituato alla stimolazione indiretta…

La circolazione del clitoride è ancora una tecnica comune e molto efficace. Usa le dita per muovere il clitoride con un movimento circolare. Usa molto lubrificante, allenta la pressione e mantieni il ciclo “grande” fin dall’inizio. Quindi, man mano che l’eccitazione aumenta, aumenta la pressione e diminuisci i cicli per concentrarti maggiormente sul clitoride.

Come suggerisce il nome, questo orgasmo è più esplosivo. Inizia con la tensione nel pavimento pelvico inferiore, poi aumenta improvvisamente e si rilassa al momento dell’orgasmo. Questo è il tipo più raro, con solo l’11% delle donne che lo sperimentano.

Come sperimentarlo:

Un altro fattore che determina il tipo di orgasmo che sperimenti è la tua composizione biologica unica.

Tutti i clitoridi sono diversi perché il clitoride non ha un numero specifico di terminazioni nervose. Ricerche recenti affermano che esistono tra 10.000 e 11.000 terminazioni nervose (in precedenza si pensava fossero più di 8.000), ma il numero di terminazioni nervose e i loro punti terminali variano da persona a persona.

Questo è il motivo per cui non esiste un “modo migliore” per stimolare il clitoride. Tutto dipende da dove sono concentrate le terminazioni nervose. Possono essere più concentrati sulla parte superiore o inferiore del clitoride, ma possono anche essere concentrati su un lato o sull’altro.

Ecco perché toccare certe parti è eccessivo per una donna, ma perfetto per un’altra.

Scopri cosa funziona meglio per te.

Queste tecniche aiuteranno a determinare la forza. Ma non sorprenderti se ciò che ti piace cambia di volta in volta. Lo stress, i cicli mestruali e il livello di eccitazione influenzano l’intensità di cui il tuo corpo ha bisogno.

utilizzare le tecniche dell’orologio

Questo è un modo semplice e affidabile per scoprire (e guidare il tuo partner) nelle aree che sono più e meno sensibili per te.

Immagina il quadrante di un orologio che circonda la tua vulva. Il clitoride è alle ore 12 e l’ingresso vaginale (sotto) è alle ore 18. Se c’è qualcosa nel mezzo che ti fa sentire bene, sono le 3 o le 9 (ecc.).

Sperimenta da solo con un vibratore o con le dita, prendendo nota mentalmente di quali aree si sentono maggiormente ai diversi livelli di stimolazione. Oppure lascia che il tuo partner faccia il lavoro mentre spieghi.

Questa tecnica dell’orologio è particolarmente utile durante il sesso orale. È molto più facile dire: “Per favore, torna tra 4 ore!” Ma se si discosta dalla tua zona di comfort, “un po’ su, un po’ giù”.

Usa il metodo Kivin

Si tratta fondamentalmente del sesso orale eseguito lateralmente, concentrandosi su un lato specifico del clitoride. Invece di dormire tra le tue gambe, il tuo partner dovrebbe sdraiarsi verticalmente in modo che il suo corpo formi una forma a T.

La lingua non solo si concentra direttamente su un lato, ma si sposta anche da un lato all’altro invece di andare su e giù, scrivendo il Daily Mail.

Lascia un commento