Secondo Variety, più di 200 registi, tra cui la star Martin Scorsese, stanno difendendo il deposto regista della Berlinale Carlo Chatrian. Oltre a Scorsese, registi di tutto il mondo, tra cui Claire Denis, Margarete von Trotta, Olivier Assayas, Paul Schroeder e Christoph Hochhäusler, hanno firmato una lettera aperta in cui garantiscono il loro sostegno a Chatrian.

Il 51enne italiano ha diretto in passato il Festival del film di Locarno. Dal 2019 è responsabile della Berlinale insieme a Mariette Rissenbeek. Lissenbach aveva già annunciato a marzo che sarebbe andato in pensione dopo l’edizione del Festival 2024. Alla fine di agosto, il Consiglio federale di sorveglianza degli eventi culturali di Berlino (KBB), presieduto dal ministro della Cultura Claudia Roth, ha deciso che dal 2024 in poi solo una persona dovrebbe correre l’evento di Berlino. Chatrian ha inizialmente annunciato di voler avere “discussioni costruttive sul suo futuro ruolo con la nuova squadra”. Ma nel fine settimana ha anche annunciato la sua partenza in un comunicato. Non riuscivo più a trovare il mio posto nel ruolo di direttore artistico nel nuovo sistema.

I realizzatori ora accusano Claudia Ross di comportarsi in modo “poco professionale e immorale” nei suoi rapporti con Chatrian. Potrebbe non essere uno “showman dal lato tranquillo”. Ma è sempre stato un grande conoscitore e sostenitore della cultura cinematografica mondiale. Secondo il sottoscritto avrebbe dovuto essere rispettato in questo senso piuttosto che essere indirettamente vittima di bullismo. Chiedono che Chatrian sia tenuto alla Berlinale. Per Claudia Roth la lettera non è un buon inizio per la ristrutturazione del più grande festival culturale tedesco, con un budget di oltre 30 milioni di euro.

dopo la navigazione

Lascia un commento