Può essere molto frustrante quando stai già salendo sull’aereo e solo allora ti accorgi che il decollo è in ritardo. I passeggeri sono confinati in spazi ristretti, senza un’adeguata intrattenimento, e anche l’aria condizionata non sempre funziona perché i motori sono spenti, rendendo difficile pianificare il proprio tempo, soprattutto se si ha un volo in coincidenza successivo. La cosa ancora più frustrante è che una volta sull’aereo non ti faranno rientrare nel terminal, anche se c’è una grande domanda sul perché. Sean Tipton, esperto di viaggi e portavoce dell’Associazione degli agenti di viaggio britannici (ABTA), ha dichiarato: ) ha rivelato il motivo in una conversazione con Sky News, spiegando che lo scopo del divieto sugli aerei è quello di poter ottenere il permesso di viaggiare decollare in qualsiasi momento. In questi casi, spesso è difficile determinare la durata esatta del ritardo e potrebbe esserti offerta un’ora o meno sul tuo volo. Gli esperti sostengono che gli aerei dovrebbero essere pronti al decollo non appena lo spazio sarà disponibile, ma se i passeggeri sono sparsi per l’aeroporto e ai gate d’imbarco, ciò diventa impossibile. “Se sbarcassimo i passeggeri, ci sarebbero ancora più ritardi.”

Tipton ha osservato che se un volo deve attendere finché tutti i passeggeri non siano saliti a bordo, il volo potrebbe perdere posti. “Se lasciassimo scendere tutti dall’aereo, ciò comporterebbe ritardi ancora più lunghi”, ha detto, sottolineando che il processo di imbarco dovrebbe essere ripetuto per assicurarsi che tutti siano lì. “È ovviamente fastidioso rimanere bloccati su un aereo per due o tre ore, ma in realtà è una cosa per i passeggeri”, ha aggiunto Tipton.

La maggior parte delle compagnie aeree in Israele opereranno secondo regole simili a quelle del Dipartimento dei trasporti degli Stati Uniti (DOT), che vieta alle compagnie aeree di trattenere i passeggeri per più di tre ore sui voli nazionali all’interno delle loro rotte. Salvo alcune eccezioni (come in questo caso e dove il pilota ritiene che vi siano ragioni di sicurezza), voli internazionali di durata superiore a 4 ore. Se i ritardi continuano oltre le due ore, le compagnie aeree devono fornire ai passeggeri acqua e snack come barrette di cereali. Le compagnie aeree devono inoltre garantire che i passeggeri abbiano accesso ai servizi attivi e alle cure mediche necessarie e che la temperatura in cabina sia confortevole.

In Europa, i passeggeri possono sbarcare dopo aver aspettato sulla pista per cinque ore, ma Tipton afferma che ritardi di questa portata sono rari. Sui voli a corto raggio, le compagnie aeree sono tenute a fornire snack se il ritardo è superiore a due ore.

Lascia un commento